A Milano la prima edizione assoluta del “Kennedy Camp”

Sul diamante del Kennedy, dal 16 al 21 giugno, tecnici e giocatori del Milano Baseball supervisioneranno ragazzi e ragazze che vogliono conoscere i fondamentali ed i segreti dei nostri sport

Milano che vuole rientrare nel giro del grande baseball. Un ruolo che le compete dopo 57 anni di onorata attività agonistica. Milano che, dopo la rifondazione della gloriosa società, cerca il rilancio con una squadra seniores, leader indiscussa nel girone A della serie C1, ma che punta soprattutto sulle giovani promesse. Su quei piccoli talenti ‘nascosti” che possono diventare i campioni degli anni venturi, su cui ‘lavorare e investire” per costruire un futuro pieno di soddisfazioni sportive con l’aiuto di un numeroso staff di tecnici, vecchie glorie e giocatori del club bianco-rosso-blu. Senza mai dimenticare che il baseball, in definitiva, ‘it’s just a game”.
Su queste premesse, il Milano Baseball organizza la prima edizione assoluta del ‘Kennedy Camp” dedicato a tutti e ragazzi e le ragazze, in età compresa tra gli 8 e i 15 anni, che vogliono conoscere e provare a giocare gli appassionanti sport del baseball e del softball. Per sei giorni, dal lunedì 16 a sabato 21 Giugno (ore 10.00-17.30) sul diamante di gioco dello stadio ‘J.F. Kennedy” in via Olivieri, 15 a Milano, sarà possibile apprendere i rudimenti dell’affascinante disciplina sportiva americana dalle tecniche di lancio e di battuta, all’utilizzo del guanto e della mazza, alla corsa sulle basi ed altro ancora, il tutto giocando e divertendosi intorno alle quattro basi all’aria aperta. Durante il ‘Kennedy Camp”, il cui coordinamento è affidato a Vittorio Bacio, tutti i partecipanti formeranno inoltre diverse squadre per dar vita ad un simpatico torneo la cui finalissima verrà giocata sabato 16 giugno con la consegna finale dei gadgets di partecipazione al camp estivo.
Apprezzati tecnici della F.I.B.S. (Federazione Italiana Baseball Softball), alcune vecchie glorie come Carlo Fraschetti (papà di Marco, ex catcher dell'Inter ed ex-allenatore di Bollate e Codogno), Andrea Goldstein, Lorenzo De Regny ed Ennio Paganelli, insieme a numerosi giocatori dell’attuale Cus Milano Baseball 1946, seguiranno direttamente tutti i ragazzi e le ragazze insegnando con semplicità e passo passo tutti i segreti ed i trucchi del ‘batti-e-corri” anche con il supporto di proiezioni di film didattici. Tutti i ragazzi e le ragazze avranno poi l'opportunità di essere inseriti in un ‘line-up” ufficiale e di disputare la Coppa Lombardia, organizzata dalla FIBS regionale e che si terrà il prossimo settembre.
Le iscrizioni al ‘Kennedy Camp” sono già aperte e dovranno pervenire al massimo nella mattinata di lunedì 16 giugno alla segreteria del Cus Milano (Tel. 02-7021141 oppure 02-70211424). Il costo di partecipazione è di 50 Euro a persona e comprende oltre tutte le attività e le lezioni teorico-pratiche, la quota assicurativa, i pranzi e le merende, l’ingresso in piscina, la maglietta ed il cappellino del Camp.
Per tutte le informazioni relative al primo ‘Kennedy Camp” contattare: Sig. Vittorio Bacio Tel. 349-3512826 / Sig. Giampaolo Brancato Tel. 02-4565391 (ore serali) / Centro Sportivo Kennedy Tel. 02-47996783

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.