Venditti e Fancellu, sogno infranto. Ora tifiamo Morresi

Si chiude, non senza rimpianti, la stagione a livello di College USA per i nostri giovani talenti Venditti, Fancellu, Tamburini e Volpe. A difendere l’onore del tricolore rimane il maceratese impegnato a breve con Texas San Antonio

Kbcc.cuny.edu
Il nettunese Filippo Venditti con la casacca del Kingsborough Community College
© Kbcc.cuny.edu

E’ finita la stagione a livello di College per quasi tutti i nostri giovani talenti, iniziando dalla coppia in casacca Kingsborough Community College composta dal nettunese Filippo Venditti e dal grossetano Nicholas Fancellu che nella serie al meglio delle 3 partite per il titolo del NJCAA Northeast District sono stati sconfitti in due incontri consecutivi per 7-6 e 12-1 e quindi eliminati dalla favorita Northern Essex Community College. Delusione per i due giovani giocatori soprattutto per l’esito di gara-1 dove Venditti sul monte e Fancellu a ricevere hanno guidato i Waves al 6-5 di vantaggio fino all’ottavo inning quando gli avversari hanno messo la freccia sul rilievo Jayden Caro.

Kbcc.cuny.edu
Nicholas Fancellu, catcher del Kingsborough Community College

Da segnalare il piccolo infortunio alla mano per Nicholas Fancellu che non ha impedito al grossetano di giocare e segnare l’unico punto dei suoi nella decisiva gara-2. Rimane la grande soddisfazione per entrambi per l’ottima stagione durante la quale hanno conquistato il posto da titolari e il torneo di conference arrivando vicini alla qualificazione alle World Series di categoria.

Destino simile per il bolognese Jacopo Tamburini che con Beloit College non è riuscito a proseguire il cammino nel torneo finale della Ncaa Division III dopo le 2 sconfitte a livello di Regionals contro Spalding University ed i padroni di casa a Lexington (Kentucky) di Transylvania University. Per il neo giocatore del Modena Baseball lo scorso week-end due turni nel box come pinch-hitter senza valide e con uno strike-out ma complessivamente una discreta prima stagione a livello Ncaa con 32 partite giocate di cui 11 da titolare con .269 di media battuta.

Terminata in questi giorni anche la stagione d’esordio a Lindenwood in Ncaa Division I per l’italo-canadese Alessandro Volpe caratterizzata pero’ da pochissime occasioni di presenza in campo.

Toccherà al maceratese Lorenzo Morresi tenere alto l’onore del nostro baseball con Texas San Antonio sempre in Ncaa Division I impegnato fra poche ore nel primo turno del torneo finale dell’American Athletic conference contro la testa di serie numero 2 della competizione University of Charlotte sul diamante del Baycare Ballpark a Clearwater, in Florida.

Informazioni su Andrea Palmia 157 Articoli
Andrea Palmia è nato a Bologna il 4 aprile 1968 e vive nel capoluogo emiliano con la moglie Aurora e la figlia Lucia di due anni. Laureato in Pedagogia con una tesi sperimentale sui gruppi ultras, lavora dal 1995 come educatore professionale con utenti disabili mentali e fisici. Appassionato di sport in genere ed in particolare di quelli americani, ha sempre avuto come sogno nel cassetto quello di fare il giornalista sportivo. Dal baseball giocato nel cortile del condominio con una mazza scolorita alle partite allo stadio Gianni Falchi con i fuoricampo di Roberto Bianchi e Pete Rovezzi, il passo è stato breve. Fortitudino nel DNA, nutre una passione irrazionale per i "perdenti" o meglio per le storie sportive "tormentate" fatte di pochi alti e di molti bassi.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.