Girone C, l’andata si chiude con tre pareggi

Sempre tre squadre al comando dopo i tre “botta e risposta” del week-end

Enrico Bonemi
Daniele Del Bianco, 46 anni con vittoria nella serata di New Rimini contro Cagliari
© Enrico Bonemi

La regola dei tanti pareggi nel girone C è saldamente confermata anche nell’ultima giornata d’andata. Non solo, l’equilibrio regna sovrano anche nei punteggi: perchè oltre al botta e risposta a suon di 9-5 tra Cagliari e New Rimini, le sfide Rovigo-Crocetta e Ronchi-Padova si sono concluse con divari risicatissimi.

Un doppio 5-4 tra Itas Mutua e Farma, Due partite sul filo, decise entrambe all’ultima ripresa. In garauno Viloria indirizza la partita al 2° con un fuoricampo da 3 punti, Rovigo la ribalta al 7° con 3 punti frutto di una sola valida, al 9° sorpasso Crocetta con la volata di Piazza che di fatto produce 2 punti e all’ultimo attacco i veneti non riescono a segnare pur raggiungendo quattro volte i cuscini (decisivo il colto rubando di Dreni). Quando si dice che con gli stranieri sul monte non arrivano le valide e piovono “kappa”, la smentita arriva dalla pomeridiana di Rovigo. Carrillo e Riesgo subiscono 20 valide in coppia a fronte di 5 strike-out, Crocetta arriva in volata avanti 4-3 all’8°, ma nello stesso inning i fratelli Taschin confezionano il 4-4 e al 9° sempre con due out, è di Exposito il walk-off single.

Allo Stadio dei Pirati è da spiegare l’1-1 tra New Rimini e Cagliari, perchè è un pareggio che soddisfa entrambe o invece le due squadre escono deluse? I padroni di casa recriminano per garauno, persa proprio nel momento in cui erano riusciti a svoltarla complice una delle rare giornate storte di Tognacci come rilievo (decisivo il fuoricampo da tre punti di Giovanny Rosales). Ma è anche vero che in garadue erano sotto 2-5 al 5° inning, con il partente Sosa a fine serata e l’unica risorsa in pedana era il 46enne pitching coach Daniele Del Bianco. Diventato un’oretta e mezza dopo l’eroe della serata. Cagliari al contrario recrimina per la doppietta sfumata quando il traguardo sembrava vicino, ma paga il rilievo sballato di Urdaneta sotto i riflettori, con il turno basso di New Rimini a fare la voce grossa.

Per la legge “vinco in rimonta” diamo un’occhiata alla sfida tra Ronchi e Padova. In garauno la Gereon scappa con 2 punti al 5° inning, Padova impatta al 6° e la vince al 7° con il singolo da due rbi di Canache, con Federico Benetton autore di tre riprese finali perfette. In serata il monte italiano di Ronchi porta a casa un’altra vittoria. Due inning da produzione robusta, uno a testa, portano Padova avanti 4-3 al 4°, poi Ronchi sorpassa al 5°, allunga al 7° e resiste all’assalto finale degli ospiti che mettono solo un punto nell’ultima casella sul tabellone.

La classifica: Rovigo, Crocetta, New Rimini 6-4, Ronchi 5-5, Padova 4-6, Cagliari 3-7.

Informazioni su Carlo Ravegnani 276 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.