Al via la Serie Nacional a Cuba

Tornano i quarti di finale. A causa della pandemia porte chiuse nella prima fase e le prime quattro serie della stagione si giocheranno solo nella zona centro-orientale. I diritti TV del campionato alla piattaforma della WBSC

cuban-play
I campioni dell'ultima edizione
© cuban-play

Playball anche per la Serie Nacional cubana. Numero 60, inizio il 12 settembre, con più di una novità, per un motivo o per l’altro.
Prima di tutto, cambia il format, e la cosa era stata annunciata prima del Covid-19.
Il programma sarà di 75 partite della stagione con la formula del round-robin.
I giocatori cubani rimpatriati avranno la possibilità di: a) far parte di qualsiasi roster di squadra, b) lasciare il paese per giocare all’estero in qualsiasi altro campionato, e c) tornare a giocare nel post campionato cubano.
Se un giocatore è in procinto di completare il suo rimpatrio, potrà unirsi alla squadra quando il processo sarà completato e sempre prima della gara 60 della stagione.
Le squadre avranno 34 giocatori nel roster attivo. La rosa di 34 giocatori dovrà essere presentata e confermata prima o durante la riunione tecnica della stagione del 5 settembre.
I giocatori saranno attivati o disattivati dalle squadre solo nelle partite numero 30, 60 e 74 della stagione.
Durante il girone di qualificazione le squadre non potranno aggiungere rinforzi. I rinforzi saranno possibili solo per i i playoff.
Ai playoff (che inizieranno il 14 gennaio 2021) andranno 8 squadre, col ritorno ai quarti di finale, eliminati nel 2013.
L’impiego dei lanciatori sarà regolamentato durante la fase di qualificazione, mentre non ci saranno limitazioni durante la postseason.
A causa della pandemia che ha colpito la parte occidentale di Cuba, le prime quattro serie della stagione saranno limitate alla parte centro-orientale dell’isola (Sancti Spíritus, Ciego de Ávila, Camagüey, Las Tunas, Granma, Holguín, Santiago de Cuba e Guantánamo). Pinar del Río, Artemisa, Mayabeque, La Habana, Isla de la Juventud, Matanzas e Cienfuegos non avranno partite durante questo periodo.
I tifosi non saranno ammessi alle partite durante la stagione, e i giocatori faranno i test COVID-19 e indosseranno le maschere durante le partite, negli stadi, nelle palestre, nei pullman di trasporto e negli alloggi. Anche le sessioni di allenamento saranno a porte chiuse.
La stagione regolare terminerà il 27 dicembre e la serie finale è prevista dal 28 gennaio al 5 febbraio. I diritti televisivi al di fuori di Cuba se li è assicurati la piattaforma OTT GameTime.sport della WBSC, la federazione mondiale: “Questa partnership contribuirà a mostrare e rendere disponibile per la prima volta nella storia l’iconico marchio del baseball cubano a un pubblico globale”, ha affermato in proposito il presidente Riccardo Fraccari.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 794 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.