"Sweep Dreams" in Major League

Ben sette "cappotti" in questo inizio settimana, sei dei quali determinanti in chiave post-season. Il rookie Andrew Toles realizza il primo grande slam della sua carriera e salva la leadership dei Dodgers nella West Division della NL

Siamo entrati direttamente nell'ultimo mese di regular season e, dopo oltre 130 gare di campionato, è arrivato il momento per le franchigie che si contendono il passaggio alle post-season di stringere i denti e serrare le fila. Il concetto è stato perfettamente assorbito da sei squadre in lotta per i play-off che in questo inizio settimana hanno realizzato altrettanti "sweep". Rangers, Astros, Tigers, Indians Nationals e Cubs si lanciano a tutta velocità nello sprint finale con i Mets che potrebbero raggiungerli questa notte se riescono a battere per la quarta volta i Miami Marlins nella serie da 4 fondamentale per l'accesso alle post-season tramite la wild-card. A chiudere il panorama dei "cappotti" quello degli Angels ai danni dei Reds, ma entrambe le franchigie sono oramai fuori dai giochi di possibili qualificazioni alla fase finale della stagione. Texas (80-54) regola Seattle, che prima del cappotto subito occupava il secondo posto del girone, ed arriva a settembre in testa alla West Division di American League con +8.5 di vantaggio sugli Astos. A loro volta Houston non molla la presa ed infligge lo "sweep" agli A's al Minute Maid Park grazie ad una rimonta con brivido in gara3 quando i padroni di casa erano sotto 0-3 in apertura di ottavo inning per poi chiudere 4-3. Dal 2 settembre le franchigie si troveranno di fronte per una serie da 3 ad Arlington e poi dal 12 al 14 settembre a Houston. A Cleveland gli Indians (76-56) difendono la leadership della Central Division di AL grazie allo sweep solo all'apparenza scontato contro gli ultimi del girone, e di tutta la MLB, i Minnesota Twin. La franchigia di Francona ha sofferto molto quella di Molitor in questa stagione, tanto è vero che, con questo cappotto i "Tribe" hanno portato il conto complessivo degli scontri diretti in questa stagione sull'8-8. A rispondere colpo su colpo agli Indians ci hanno pensato i Tigers che a Detroit hanno liquidato i White Sox. In gara3, nella gara tra i partenti Chris Sale e Justin Verlander, ad assegnare il cappotto ai padroni di casa ha pensato il giovane rookie dei Tigers JaCoby Jones. Il 24enne terza base ha realizzato la corsa vincente su una volata di sacrificio di Tyler Collins per la verità un poco corta. Jones, che era in terza base, ha coperto la distanza che lo separava da casa base ad una velocità di 21.4 miglia all'ora (quasi 35 km/h). Adesso Detroit è a -4.5 dalla vetta, ma le 8 vittorie nelle ultime 10 gare fanno ben sperare i tifosi dei "Motor City Kitties" considerando che restano ancora due serie di scontri diretti tra Tigers ed Indians. Una da 3 che si disputerà a Cleveland tra il 16 ed il 18 settembre, ed una da 4 che si disputerà a Detroit tra il 26 ed il 29 settembre. Pronti ad approfittare dei passi falsi delle due contendenti i campioni uscenti dei Royals. Kansas City, che al momento è a -7.5 dalla vetta, ha chiuso agosto con 20 vittorie e 9 sconfitte riaprendo i giochi anche in chiave Wild Card.
In National League i Chicago Cubs proseguono la loro corsa verso il pennant di Central Division rifilando un sonoro cappotto ai Pirates. Il "Pitt-stop" come è stata soprannominata questa serie rischia di estromettere Pittsburgh anche dalla corsa alla wild-card ed estende la distanza tra Chicago (85-47, il miglior record della MLB) e Cardinals, seconda nel girone a +15 con 30 gare da giocare tra cui le due serie da 3 nella quali le due franchigie si scontreranno (dal 12 al 14 settembre a St. Louis e dal 23 al 25 settembre a Chicago). I Nationals (78-55) mantengono le 9 lunghezze di vantaggio nella East Division di NL sui Mets grazie al cappotto messo insieme a Philadelphia contro i modesti Phillies che arrivano alla settima sconfitta nelle ultime 10 gare. Al roster di Dusty Baker questo sweep consente di tirare un poco il fiato visto che nelle ultime 20 gare Washinton ha vinto solo 11 partite e stava subendo il ritorno dei Mets. New York, chiamata ad un importante scontro diretto in chiave wild-card contro i Marlins, sta approfittando benissimo del fattore campo e nella serie da 4 è avanti 3-0. Dopo la partita di questa notte che chiuderà la serie contro Miami, i Metropolitans ospiteranno proprio i Nationals in una serie da 3 che potrebbe dire molto sul finale di stagione di queste due franchigie chiamate poi alla sfida nella Capitale degli USA dal 12 al 14 settembre. Nella West Division di NL un sensazionale nono inning salva i Dodgers da uno sweep in Colorado contro i Rockies. Avanti per 8-2 ad inizio ottavo inning, i "Rox" hanno subito il ritorno dei capoclassifica del girone che hanno realizzato 3 punti al penultimo e 5 punti all'ultimo inning. Tra i protagonisti di questa rimonta il giovane rookie Andrew Toles. L'esterno destro 24enne, alla sua 25esima partita da pro, si ritrova con basi piene e due out all'ultima ripresa con i Dodgers sotto di 8-6. Il suo primo Grand Slam in carriera (terzo fuoricampo assoluto per lui), consente a Los Angeles di mantenere 1.5 di vantaggio sui San Francisco Giants, secondi nel girone. Nessuno sweep nemmeno nella East Division di AL dove Toronto (76-57) si impone 1-2 nella serie a Baltimore e mantiene la leadership dell'unico girone della MLB con 4 squadre con un record superiore a .500, con +2 su Boston, +4 proprio sugli Orioles e +6.5 sugli Yankees. Il prossimo 2 settembre lo scontro diretto tra Orioles e Yankees, importantissimo anche in chiave Wild Card, potrebbe consentire a Red Sox, chiamati ad Oakland, e Blue Jays, impegnati a Tampa, di allungare le distanze in attesa dei loro scontri diretti. In chiave Wild Card sono ancora molte le franchigie che nutrono la speranza di riempire uno dei due posti che assicurano il passaggio alle post-season. In NL la coppia San Francisco (72-60) e St.Louis (70-62) al momento è avanti a tutti, ma dietro di loro i Mets (-1.5), i Pirates (-2.5) e Miami (-3.5) sono determinate a non mollare con Colorado (-6.5) che potrebbe ancora avere una chance. Più complessa la situazione in AL dove la in testa al gruppo c'è Boston (74-59), con il duo Baltimore-Detroit (72-61) a contendersi il secondo slot a disposizione con Houston (-1), New York (2.5), Kansas City (-3), e Seattle (-4) pronti ad approfittare di un passo falso.

 

Andrea Tolla
Informazioni su Andrea Tolla 486 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento