Italian Baseball Week, l'Italia fa centro 3 volte

La Spagna di Mazzotti battuta a Verona (1-0) e Padova (6-3). Anche la Repubblica Ceca cede agli azzurri (9-5). Le 150 presenze di capitan Chiarini, il debutto sul monte di Davide Anselmi com il lancio inaugurale del sindaco Bitonci

Due vittorie nel doubleheader domenicale, una al sabato. L'ultima in ordine cronologico è quella per 6-3 a Padova sulla Spagna alla fine di una partita che tutto sommato ricorda la pomeridiana con la Repubblica Ceca. Gli azzurri sbloccano infatti il risultato al primo inning grazie a un doppio a basi piene di Alberto Mineo contro il partente spagnolo Granados e non devono preoccuparsi più di tanto di guardarsi le spalle. Davanti al suo pubblico brilla Epifano, che chiude con 2 doppi. Il partente azzurro Corradini esce bene da una situazione di basi piene al primo e il terzo rilievo Rivera risolve un altro momento di difficoltà al quinto eliminando in sequenza Martinez e Tavarez, i miglior battitori spagnoli. Sul monte italiano esordisce in azzurro Davide Anselmi. Il primo lancio cerimoniale lo ha effettuato il Sindaco di Padova Massimo Bitonci.
Sempre di domenica, al termine di una partita mai veramente in discussione, l'Italia ottiene la seconda vittoria della sua Italian Baseball Week superando (9-5) la Repubblica Ceca. Un fuoricampo di Sambucci al primo contro il mancino Duffek dà immediatamente l'indirizzo alla gara. Il prima base del Parma sarà l'assoluto protagonista della prova di un attacco azzurro non sempre concreto (12 valide , ma anche 12 rimasti in base) con un secondo homer e 4 valide complessive , che gli fruttano 4 punti battuti a casa. I lanciatori azzurri (Florian, Escalona e D'Amico) vivono un pomeriggio tutto sommato tranquillo, con qualche difficoltà nel finale solo per Venditte. L' ambidestro, che per la verità non è fortunatissimo, subisce infatti 3 punti.
Sabato, nel giorno della presenza numero 150 del capitano Mario Chiarini, l'Italia esordisce nella Italian Baseball Week con una vittoria di misura (1-0) contro la Spagna. Al primo attacco lo scarso controllo del lanciatore spagnolo Ricardo Hernandez sembra spianare la strada agli azzurri, che però segnano un solo punto. Il bunt valido con cui Infante aveva aperto la gara resterà l'unica valida italiana fino al quinto, quando De SImoni otterrà la seconda e ultima. L'attacco di Mazzieri non è nella miglior serata e infatti subisce 10 strike out da 3 pitcher iberici (dopo Hernandez, lanciano Perez e Morlan. Dall'altra parte, 4 pitcher italiani ( Richetti, Crepaldi, Teran e Panerati) ricambiano con 13 strike out in 8 riprese. Al nono, con Cooper in pedana, a evitare il pareggio spagnolo ci pensa una pregevole giocata di Infante, che ferma la battuta che poteva valere il pareggio spagnolo in tuffo e ottiene l'out forzato che chiude la partita. L'interbase della Fortitudo Bologna è stato votato MVP della partita. Nel corso della serata è stato consegnato un riconoscimento al veronese Roberto Corradini.

Alessandro Labanti
Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento