Hayhurst a Nettuno: "Impressione meravigliosa"

Il lanciatore dell'Ohio, per la prima volta allo Steno Borghese, ha seguito i suoi nuovi compagni dal dug-out nell'amichevole contro i tedeschi del Ratisbona. "Subito ben accolto, sono convinto che faremo molto bene quest'anno"

E' arrivato martedì mattina in Italia dopo un volo intercontinentale di circa 9 ore. Neanche il tempo di recuperare il jet-lag ed eccolo, Dirk Hayhurst, già in campo. Lontano dal mound (almeno oggi) ma giovedì pomeriggio sarà schierato come partente nell'amichevole col Ratisbona in staffetta con Santos Hernandez.
Il lanciatore dell'Ohio, che tra poco più di una settimana compirà 31 anni, è stato comunque vicino alla squadra assistendo all'intero match dal dug-out e rilasciando allo Steno Borghese le sue primissime dichiarazioni con la maglia del Nettuno.
"Al mio arrivo, ieri mattina, sono stato subito ben accolto – ha detto Hayhurst – la prima impressione è stata meravigliosa, sia per la città che per il cibo. Credo che Nettuno possa ambire al titolo e sono convinto che faremo molto bene quest'anno".
Che impressione ti ha fatto la squadra?
"Ho visto lanciare un giocatore esperto come Masin ed un giovane come Valerio Simone. Ho trovato un ottimo livello, hanno lanciato con la testa. Per il resto devo dire che mi sono divertito a veder giocare i miei compagni, mi hanno fatto tutti un'ottima impressione".
Che idea ti sei fatto del baseball italiano prima di venire qui?
"Il problema in Italia è che l'età media dei giocatori è molto alta, al contrario di quanto accade negli USA. In questo senso è importante che i giocatori più esperti diano il proprio contributo alla crescita dei giovani. Questa è una cosa che ho notato subito qui a Nettuno ed è la strada giusta per far sviluppare ancora di più il baseball in Italia".

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.