Fraccari: "Italia cuore dei Mondiali 2009"

Presentazione a Roma della fase italiana dell'IBAF World Cup – Frattini: "Mondiali, buon esempio di diplomazia dello sport" – Petrucci: "Il baseball si affermerà anche da noi" – Spunta ipotesi nuovo stadio alla Cecchignola

ROMA – "Con ben 48 gare in programma, l'Italia sarà il cuore dei Mondiali 2009": lo ha affermato il Presidente della Federazione Italia Baseball e Softball, Riccardo Fraccari, nel corso della presentazione svoltasi a Roma, a Villa Madama, del Comitato Promotore e del Comitato Organizzatore della fase italiana dell'IBAF World Cup che interesserà 7 paesi europei dal 9 al 27 settembre del prossimo anno.

La presentazione è stata aperta dal Ministro degli Affari Esteri, Franco Frattini, membro del Comitato Promotore, che ha definito i prossimi Mondiali "un buon esempio di diplomazia dello sport''. Frattini ha anche ricordato che il baseball ha segnato uno dei "momenti più belli di diplomazia sportiva come in occasione dell'incontro tra la nazionale cubana e quella degli USA sotto il regime di Fidel Castro''. Il Ministro degli Esteri ha poi confermato l'appoggio del governo all'organizzazione dell'evento: "La mia presenza, quella dell'on. La Russa e dell'on. Prestigiacomo nel comitato promotore è un segnale forte di come il governo vuole essere vicino all'organizzazione del mondiale che vuole anche essere il viatico per il ritorno del baseball tra gli sport olimpici".

Stefania Prestigiacomo, Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, si è soffermata sull'aspetto sociale, mettendo in evidenza come il Mondiale sia a tutti gli effetti un "Green Event": "Il rispetto del protocollo ISO 14001 sulla tutela dell'ambiente è un aspetto importante di questi campionati del Mondo e spero che questa unione tra sport e ambiente duri nel tempo".

L'importanza del baseball nel mondo, dove in alcuni paesi e' anche il primo sport, è stata sottolineata dal Presidente del CONI, Gianni Petrucci, che nel suo intervento ha anche aggiunto: "In Italia c'è una cultura diversa, ma questo sport si affermerà anche da noi. E questi Mondiali saranno un'occasione importante per il baseball italiano''.

A Villa Madama erano presenti altre importanti figure politiche quali il Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Rocco Crimi, ed il Vice Sindaco di Roma, Mauro Cutrufo. Crimi si è soffermato sul progetto per la costruzione a Roma del nuovo stadio di baseball, anche se è stato La Russa a parlare della zona della "Cecchignola" come area alternativa a Tor Vergata per la realizzazione del diamante.

Fraccari ha confermato che, in caso di eventuali problemi, lo stadio potrebbe effettivamente essere realizzato alla Cecchignola oppure, in ultima battuta, utilizzare lo Steno Borghese di Nettuno. Il presidente FIBS si è detto comunque ottimista per la costruzione del nuovo impianto nella capitale: "Sono molto fiducioso, siamo a buon punto e lo stadio a Roma può diventare una realtà. E proprio l'individuazione di nuove possibili location – ha sottolineato Fraccari – come ad esempio la Cecchignola vuole significare che, anche nelle difficoltà che potrebbero sorgere, vogliamo crearci una alternativa, che potrà anche essere lo stadio di Nettuno".

Il 2009 potrà essere l'anno del rilancio del baseball in Italia? "Sono convinto di sì – ha aggiunto il Presidente Federale – sarà l'anno della svolta. Questi appuntamenti importanti faranno da locomotiva a tutto il movimento. Entro l'anno avremo anche la risposta dalle Major League sul piano finanziario proposto e ci sono concrete possibilità che la risposta sia positiva".

E' stato infine il Prof. Mauro Miccio, Presidente del Comitato organizzatore, a sottolineare gli aspetti fondamentali del Mondiale 2009: "Sarà un mondiale a 5 basi, come i cinque punti chiave di un diamante di baseball, le quattro basi ed il monte di lancio. Ma cinque sono anche i continenti rappresentati e 5 i cerchi olimpici. Proprio grazie a questo campionato mondiale, il baseball punta al ritorno nelle Olimpiadi. Il CIO si riunirà a Copenhagen pochi giorni dopo la finale mondiale del 27 settembre 2009 ed in quella sede si deciderà il futuro di questo sport. Cinque sono anche le iniziative previste a margine dell'evento – ha continuato il Prof. Miccio – la costituzione di un Board degli Ambasciatori del Mondiale con il coinvolgimento di tutti i rappresentanti dei Paesi presenti. La certificazione come Green Event per la tutela dell'ambiente. La promozione delle specialità eno-gastronomiche del territorio italiano. La programmazione su una rete televisiva nazionale dei Miti cinematografici del Baseball, in collaborazione con Cinecittà, l'Istituto Luce ed un network italiano. Ed i Tesori del Baseball, che porterà alla realizzazione di una esposizione denominata Diamanti e Diamanti della quale faranno parte le arti figurative, sculture, fotografie dedicate al baseball".

Avatar
Informazioni su Giovanni Colantuono 80 Articoli
Nato a Nettuno nell'aprile del 1969, Giovanni Colantuono vive nella cittadina del litorale tirrenico insieme alla moglie Clara e ai suoi due figli: Christian, il più grande, gioca nelle giovanili del Nettuno, mentre Sabrina, la più piccola, è appassionata di danza ma segue anche lei assiduamente le partite in diamante. Da sempre appassionato di baseball, inizia la sua carriera giornalistica nell'emittenza televisiva privata. E' stato curatore e conduttore di "Casabase", un settimanale dedicato al massimo campionato di baseball andato in onda tra il 1991 ed il 1995, periodo in cui collabora anche con il settimanale locale "Il Granchio" ed il quotidiano "Il Tempo". Con la testata romana ha collaborato per diversi anni essendone anche inviato alla Coppa dei Campioni nel 1991 a Parigi e nel 1992 a Rotterdam. Per GTV, emittente locale della provincia di Roma, ha curato e condotto numerosi programmi sportivi come "Il Nostro Sport" che trattava di discipline come rugby, pallanuoto, volley e pallacanestro, "Dimensione Sport Giovani" che si occupava dei settori giovanili delle numerose società sportive della provincia di Roma. E' stato inoltre radiocronista di Idea Radio Nettuno con cui ha raccontato gli scudetti vinti dal Nettuno negli anni '90. Il giornalismo è sempre stata la sua grande passione che ha appagato con le numerose collaborazioni con testate nazionali e locali, ritagliando spazi di tempo dal suo lavoro in una multinazionale americana. Autore di due film dedicati a due importanti successi: "Parigi, il Nettuno sul trono d'Europa" dedicato alla conquista della terza Coppa dei Campioni del Nettuno e "Italia campione d'Europa a Nettuno" dedicato alla vittoria degli Europei della Nazionale di Silvano Ambrosioni nel '91 allo Steno Borghese di Nettuno. Hobby preferiti la lettura ed... i videogiochi sul baseball, naturalmente. Dal 2008 è addetto stampa del Nettuno BC: "Curare l'ufficio stampa di una società così gloriosa è per me motivo di grande onore, soprattutto perchè per un nettunese - ricorda Colantuono - il Nettuno BC è una cosa che ti scorre nelle vene".

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.