Derby Thunder's 5-Lampi Milano, ci si riprova il 1° maggio

Dopo due rinvii per maltempo, le due squadre meneghine torneranno di nuovo al Kennedy mercoledì prossimo per recuparere la 31esima edizione della stracittadina. Thunder's e Lampi riaffilano le armi implorando una tregua

"Non c'è il due senza il tre ed il quattro vien da sé". Un proverbio di antica tradizione popolare che non sembra rappresentare oggi un gancio particolarmente felice in soccorso di Thunder's Five e Lampi Milano. Le due formazioni milanesi partecipanti al Campionato italiano di baseball per ciechi attendono infatti da oltre un mese il semaforo verde "dal cielo" per potersi scatenare in diamante e contendersi in un doppio confronto senza esclusione di colpi il trentunesimo esimo "Derby della Madunina".
Un conto alla rovescia ormai estenuante per dirigenti, tecnici e giocatori, interrotto dal maltempo in due circostanze negli ultimi 30 giorni. La stracittadina, originariamente programmata per il 24 marzo scorso, aveva dovuto subire un primo slittamento a causa della pioggia, cui ne ha seguito un secondo domenica scorsa (un nubifragio beffardo durante il week-end aveva bruscamente posto fine al primo assaggio stagionale di caldo primaverile).
Nelle scorse ore, il consigliere AIBXC e coordinatore delle attività agonistiche in Lombardia, Lorenzo Vinassa De Regny, ha ufficializzato per il primo maggio la data del "terzo tentativo di derby" (campo Kennedy, inizio gare fissato per le ore 10.30), in accordo con le due formazioni meneghine. Si è quindi rimessa in moto la macchina pittoresca delle due tifoserie che si augurano di poter presentare striscioni e coreografie pronte ormai da oltre un mese. Anche in questo caso tuttavia le previsioni meteo non sono particolarmente incoraggianti: su Milano infatti sono attesi temporali e repentini cambiamenti di scenari meteo per tutta la prossima settimana.
Nel mezzo di un campionato mai tanto falcidiato dal maltempo e che domenica prossima inaugurerà la sua seconda fase ad intergirone sul diamante dell'Acquacetosa di Roma (concentramento a tre squadre che vedrà in campo Roma ALL BLINDS, Tigers Cagliari e Leoni Firenze), non ci resta che incrociare le dita con gli occhi fissi al cielo nella speranza di sbloccare una situazione di empasse che tuttavia non dovrebbe avere eccessive ripercussioni sulla classifica finale del girone Ovest. Lampi e Thunder's 5 Milano, infatti, conservano comunque un vantaggio piuttosto rassicurante su Cagliari e Malnate che, a prescindere dall'esito dei recuperi che impegneranno le milanesi, dovrebbero, salvo improbabili terremoti, garantire una doppia presenza meneghina alla fase finale del torneo fissata per metà giugno a Bologna.

Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.