Verso Nettuno, scatta la corsa ad 8 per il titolo

Da oggi si gioca sui diamanti di Grosseto, Firenze, Messina e Nettuno. L'Olanda, che rappresenta l'Europa, in Sicilia contro Taiwan. L'Australia, miglior attacco del torneo, allo Jannella contro Cuba

Il Borghese pieno per le finali 2007

Dopo il risicato 4-3 degli Stati Uniti realizzato ieri al Falchi di Bologna ai danni dell'Australia e che ha definito la classifica finale della Pool G, scatta oggi (inizio ore 20) su quattro diamanti italiani la terza ed ultima fase del Mondiale che decreterà le due squadre per la finalissima di Nettuno. Allo Jannella di Grosseto è in programma Australia-Cuba, a Firenze USA-Venezuela, a Messina Cina Taipei-Olanda ed allo Steno Borghese di Nettuno Canada-Portorico.
Delle otto formazioni qualificate per il round finale, quattro hanno conquistato almeno un titolo Mondiale: Cuba guida questa speciale classifica con 25 trofei, seguita da Stati Uniti (3), Venezuela (3) e Portorico (1).
L'Europa sarà rappresentata dalla nazionale allenata da Rod Delmonico. L'Olanda ha finora ottenuto 6 successi ed una sola sconfitta contro Cuba ed è seconda dietro l'Australia per media battuta di squadra (.325) con il prospetto dei San Francisco Giants, Sharlon Schoop, che viaggia sui.464 (13 su 28), mentre Hainley Statia, astro emergente dei Los Angeles Angels, è a 10 su 24 (.417), seguito da Eugene Kingsale, Baltimore Orioles, che batte.368.
A proposito sempre di curiosità, l'ultimo paese del "Vecchio continente" a vincere il Mondiale fu la Gran Bretagna nell'agosto del 1938. A Londra si presentarono per la prima edizione della World Cup, USA e Gran Bretagna. E furono appunto i padroni di casa ad imporsi con 4 vittorie su 5 incontri. Guardando all'Asia, fu la Corea nel 1982 ad aggiudicarsi il Mondiale l'ultima volta. L'Australia ha invece ottenuto il miglior piazzamento nell'edizione 2007 (sesto posto).
Quella del 2009 verrà comunque ricordato come il Mondiale che per la prima volta ha toccato più paesi. E l'Italia, oltre alla seconda fase, ospiterà anche la terza, quella decisiva per l'assegnazione del titolo. Nel nostro Paese si erano già svolte le edizioni del 1978, 1988 e 1998. Ed queste tre occasioni, fatto curioso, ha vinto sempre Cuba. L'Europa ha ospitato la World Cup sette volte: Gran Bretagna (1938), Italia (come detto '78, '88 e ‘98), Olanda (1986 e 2005). Fatta eccezione per la Gran Bretagna nell'edizione iniziale, le altre sei sono state sempre vinte da Cuba.
L'Italia è stata esclusa dalla fase finale a conferma che il fattore campo non rappresenta un fattore determinante. Nella storia del Mondiale, il paese ospitante ha vinto 8 edizioni delle prime 9 disputate (Gran Bretagna, Cuba 4 volte, Venezuela due , Colombia), ma dal 1948 la squadra di casa ha vinto solo Quattro volte l'oro (Cuba nel '52, '71,'73, '84,'03) Colombia ('65), USA ('74), e Corea ('82).
La IBAF World Cup 2009 ha anche fatto registrare prestazioni straordinarie e qualche record personale: il lanciatore cubano Miguel Gonzalez ha infilato 10 strike-out consecutivi contro Portorico nella sua prima partenza (13 k in 6.1 inning), uno in meno dell'ex-Major Leaguer Burt Hooton (Dodgers e Cubs) che ne totalizzò 11 ai Mondiali negli USA nel 1971. Il pitcher australiano, David Welch, prospetto dei Milwaukee Brewers, ha stabilito il nuovo primato per la sua Nazionale con 13 strike-out in solo 7 inning lanciati martedì contro la Cina Taipei. Il lanciatore americano Trevor Reckling, giocatore emergente dei California Angels, ha realizzato 11 K sabato contro la Cina (8-0 in finale), eguagliando il record di squadra stabilito da Burt Hooten nel 1970. Infine, Pedro Alvarez, interno degli USA e prospetto dei Pittsburgh Pirates, ha stabilito il nuovo record battendo 3 fuoricampo nella stessa partita (giovedì contro Cina Taipei).

Informazioni su Filippo Fantasia 653 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.