Giornata decisiva, o quasi, in zona play off e in coda

La grande classica Rimini-Nettuno, mentre il San Marino squadra del momento cerca di consolidare il quarto posto. Parma non sta a guardare. Sfida salvezza Godo-Reggio Emilia

La grande classica tra Rimini e Nettuno, lo scontro salvezza tra Godo e Reggio Emilia, gli altri scontri che andranno a definire o quasi la "griglia" della post season. Una giornata pressoché decisiva. L'anticipo di San Marino tra i campioni d'Italia e Bologna apre l'ultima giornata prima della sosta per le competizioni europee. I "titani" sono la squadra del momento, arrivano da sei vittorie di fila e hanno sorpassato Parma al quarto posto. Dal canto loro i felsinei non scherzano, anzi con due vittorie al "Borghese" la settimana scorsa hanno consolidato il secondo posto. Si affrontano i due migliori attacchi del torneo. La squadra di Marco Nanni viaggia a 279 di media, quella di Doriano Bindi a 275: 251 valide per Bologna, 253 per San Marino, 44 doppi contro 49, 3 tripli contro 4 e 17 fuoricampo contro 18. Sul monte di lancio sta meglio la Fortitudo, però, visto che Matos & C. hanno una media pgl di 3 contro quella di 3,72 di Estrada e del resto dei pitcher sanmarinesi. Da seguire la sfida a distanza fra Matos, re dei K con 85 uomini lasciati al piatto, e Da Silva che è secondo con 68, mentre nel box fra Garabito e Infante del Bologna e Duran del San Marino le valide sono assicurate. Allo stadio dei "Pirati" di Rimini arriva una Danesi Nettuno che non riesce ancora a carburare ma nonostante tutto è al terzo posto, a tre gare dalla capolista. Un "cappotto" ridimensionerebbe i padroni di casa, unica formazione che dall'inizio del torneo sembra avere una marcia in più. I "numeri", però, dicono Telemarket: media battuta di 268 contro il 255 nettunese, fuoricampisti come Rios (a 10) o Coffie e Chiarini (5 e 4), la capacità di colpire al momento giusto. Sul monte Rimini è primo, 2,38 di pgl e soprattutto un Rafale Garcia strepitoso con 0,45 di media e 67 K. Nettuno ha 3,13 e solo Farnswort tra i migliori, continuando tra l'altro a subire le "false partenze"  di Carrara in gara due.
Sfida che vale il quarto posto per il Parma e la possibilità di inseguire ancora il sogno play off per la Montepaschi Grosseto quella che va in scena all' "Europeo Nino Cavalli". I padroni di casa hanno perso il quarto posto, scavalcati da San Marino, e non possono permettersi altre distrazioni se vogliono conquistare la post season. I maremmani non hanno nulla da perdere e lasciate le sabbie mobili della bassa classifica possono provare a togliersi lo "sfizio" di respirare ancora aria di semifinale. Il Cariparma batte di più (264 contro 235) ma difetta sul monte, dove Grosseto ha una media di 3,82 e un Figueroa sempre affidabile, mentre la squadra di Gerali 3,95 e più di qualche problema di rotazione.
Infine lo scontro salvezza: una sola partita divide Reggio Emilia da Godo e la formazione di Saccardi non ha chance, deve vincerle tutte per il sorpasso e almeno due per "pareggiare" i conti e poi vedere come andrà a finire da qui all'ultima giornata. Altri risultati la condannerebbero. Il settimo e ottavo posto è anche nei dati statistici: De Angelis Godo 232 di media e Palfinger 217 nel box, le parti si invertono sul monte con 5,62 di pgl e 5,73. Se una variante potrà essere decisiva è quella della difesa: 33 errori Reggio Emilia, 57 Godo.
Il campionato torna il 26 giugno.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.