Alla Telemarket bastano due inning

Con tre punti al 4° e al 6° i Pirati ribaltano una gara in salita e pareggiano le sorti del derby (3-6). Ottimo Marchesano, decisivo un homer di Buccheri.

La Telemarket riscatta il ko incassato in garauno e pareggia le sorti del derby in casa della T&A (3-6). Stavolta gli uomini di Mike Romano hanno saputo reagire all’iniziale situazione di svantaggio capovolgendo la partita sia in termini di punteggio che di inerzia dopo un avvio tutto in salita. La T&A infatti aveva cominciato con il piede giusto. Un Martignoni assoluto padrone della situazione aveva concesso una sola valida nelle prime tre riprese mentre il line-up di Bindi era riuscito subito a pungere i lanci di Marchesano. Al 1° Bautista tocca un singolo fortunoso a destra, avanza sulla battuta in diamante di Mc Namara e con due out il solito Rovinelli piazza la valida del vantaggio (1-0). Al 2° invece è un lampo di Colicchio (secondo homer nel week-end) a portare San Marino sul 2-0. Sembra la replica di garauno e invece al 4° cambia tutto. Con due fuori e le basi vuote, i Pirati trovano finalmente la striscia giusta e ribaltano la partita: Liù Rodriguez (3/4 nel box) accende la scintilla, Chiarini batte un singolo interno e Jim Buccheri spedisce la pallina oltre la recinzione (2-3). Il vantaggio carica anche Marchesano che fino al 6° rischia soltanto una volta (Bautista si ferma in terza con due out grazie anche ad una bella giocata difensiva di Castrì su Mc Namara) mentre i compagni hanno già preso il largo grazie ad un altro inning di grazia, il 6°. Apre Osuna con un singolo a sinistra, Gaiardo lo spinge in seconda con un bunt, Rodriguez spara il secondo doppio al centro di giornata (2-4) e Chiarini colpisce ancora Martignoni (2-5). Bindi decide di rilevare il suo partente (rl 5.1 bvc 7 bb 0 so 4 pgl 6) con Scarcella che prima di entrare in partita deve incassare i singoli di Buccheri e dell’ex compagno di Parma Di Pace (2-6). Da qui in avanti Scarcella sarà perfetto (dieci eliminazioni consecutive) ma per la T&A, dopo Marchesano (rl 6 bvc 7 bb 1 so 8 pgl 2), c’è l’ostacolo Cabalisti che al 7° entra risolvendo l’ennesima situazione scabrosa (San Marino non segna con zero out e uomini agli angoli). E il capitano neroarancione porta a termine la salvezza dopo aver concesso ai titani un punto all’8° (valide di Mc Namara e Finetti) che fissa il punteggio sul definitivo 3-6 per i Pirati.

Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.