I Red Sox riacciuffano gli Yankees

Vittoria nel finale per i Red Sox e rimonta fallita per gli Yankees

Gli Yankees perdono 7-6 contro Tampa Bay pur segnando 6 punti negli ultimi due inning sui rilievi del partente avversario, Victor Zambrano, che li aveva limitati a 3 valide in 6.1 riprese. Di questo risultato approfitta Boston che riesce ad aggiudicarsi la gara con Seattle dopo 12 inning per 9-7: i Red Sox sembravano avviati ad una tranquilla vittoria, quando un improvviso calo di Schilling portava i Mariners a segnare 6 punti all'ottavo, 3 dei quali con un fuoricampo con due eliminati di Ibanez. Boston pareggiava nella parte bassa del nono e si doveva arrivare al dodicesimo per vedere il fuoricampo da due punti di McCarthy.
Terza vittoria per gli Indians sugli A's, ancora una volta maturata in modo drammatico: sotto di un punto al nono inning Cleveland ha trovato prima un doppio di Vizquel per il pareggio e poi un lancio pazzo di Rhodes che ha fatto entrare il punto del 4-3 finale. Lo stesso Vizquel aveva commesso un errore di tiro nella parte alta del nono inning che aveva portato gli A's in vantaggio 3-2. Drammatica anche la vittoria per 7-3 degli Orioles contro i Tigers: la squadra di Baltimore ha segnato sei punti al nono inning su Ugueth Urbina che ha così fallito la prima opportunità di salvezza su 13 tentativi. Nonostante le sette basi ball in 5.1 riprese Kenny Rogers è uscito vincitore con i suoi Rangers dallo scontro con Toronto per 4-2: i Blue Jays possono prendersela solo con se stessi per ave lasciato ben 14 uomini in base. Un fuoricampo da tre punti al quarto inning di Alex Prieto da il la all'attacco dei Twins vittoriosi 8-3 sui Royals che non riescono ad ottenere prove consistenti dalla propria rotazione, perlatro falcidiata dalgi infortuni ad inizio stagione. I White Sox liquidano la pratica Angels vincendo 11-2 e segnando tutti i punti nei primi quattro inning e costringendo a scendere Lackey dopo soli 3 inning; in attacco devastanti Gload e Valentin.

Tra Cincinnati e Montreal la differenza l'hanno fatta i partenti: 6-2 con Tomo Ohka sul monte per 6.2 riprese a concedere entrambi i punti. Pessima prova invece per Valentine durato solo una ripresa con 3 punti subiti. Da notare che Ohka è il primo lanciatore partente ad avere battuto in una posizione diversa da nono del line up in più di 5 anni: un tentativo disperato di dar fuoco alle polveri di un attacco a dir poco sterile. I Phillies tornano a vincere grazie ad un'ottima prova di Milton (3 valide in 7 riprese) ed agli homer di Thome e Bell. Atlanta esce così sconfitta per 4-1 nonostante la buona prova del partente Travis Smith. Gara in equilibrio per 6 inning tra Pirates e Cubs: poi il bullpen di Pittsburgh è schiantato subendo 11 punti negli ultimi tre inning. Su tutti Derrek Lee con un doppio un triplo e quattro punti battuti a casa. Gli Astros si affermano 7-1 sui Cardinals con le loro classiceh armi: Redding sul monte per 7 riprese che concede le briciole e Lamb, Bagwell e Berkman a buttarla fuori in attacco. Padres concreti in attacco e solidi sul monte, ecco la sintesi della vittoria sui Brewers per 6-2 con sole 8 valide e un'ottima prova di Ismael Valdez. Nonostante la pessima prova di Josh Beckett, sceso dopo tre riprese, i Marlins e soprattutto Miguel Cabrera hanno punito la disattenta difesa dei Mets, vincendo 8-6. Per il giovane venezuelano un doppio, un homer e 4 punti battuti a casa. Impressionante Jason Schmidt sul monte con 11 k e sole due valide concesse in 8 riprese. Vittoria quindi dei Giants sui Rockies: in attacco decisivo Tucker con un fuoricampo da due punti e punteggio finale di 3-1. Infine i Dodgers si sono imposti 3-0 sui Diamondbacks con un ottimo Ishii sul monte e le battute decisive di Beltre e Lo Duca.

Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.