Darryl Kile candidato alla Hall of Fame

Ancora una giornata di completa bonaccia sul fronte degli scambi e del mercato. Nessuna operazione ufficiale è infatti stata compiuta nella giornata di ieri dalle squadre della MLB.In compenso, sono stati resi noti i nomi

Ancora una giornata di completa bonaccia sul fronte degli scambi e del mercato. Nessuna operazione ufficiale è infatti stata compiuta nella giornata di ieri dalle squadre della MLB.

In compenso, sono stati resi noti i nomi dei 33 giocatori non più in attività che risultano eleggibili per trovare posto nella Hall of Fame, la galleria in cui solo i più grandi di sempre possono essere iscritti ed entrare. Tra i 17 giocatori inseriti per la prima volta in questa lista ha trovato posto anche il compianto Darryl Kile, lanciatore partente dei St.Louis Cardinals trovato morto a causa di un arresto cardiaco in un hotel di Chicago poco prima di un incontro che la sua squadra doveva disputare con i Cubs nel campionato appena conclusosi. La regola secondo la quale un giocatore debba essersi ritirato da almeno cinque anni per diventare eleggibile è stata cancellata. Per superare la terribile selezione imposta dal meccanismo di ingresso, è necessario essere nominato nei voti da almeno il 75{5a5ca348a9886c03e083afad07acf536cf4ff47ced428a9fdf50e7cc8419d018} degli elettori, membri da almeno dieci anni della Baseball’s Writers Association of America. Lo scorso anno, solo un grande riuscì a farcela: Ozzie Smith fu introdotto nella Hall of Fame con 433 menzioni su 472 (91.7{5a5ca348a9886c03e083afad07acf536cf4ff47ced428a9fdf50e7cc8419d018}), mentre Gary Carter non ce la fece per un soffio (72.7{5a5ca348a9886c03e083afad07acf536cf4ff47ced428a9fdf50e7cc8419d018}). Tra i nuovi nomi eleggibili, oltre a quello dello sfortunato Kile, troviamo anche Eddie Murray, prima base otto volte All star con 21 stagioni di carriera e 504 fuoricampo, Lee Smith, 478 salvezze in 18 stagioni da closer, Ryne Sandberg, MVP nella National del 1984 con nove Gold Gloves in seconda base e Fernando Valenzuela, 173 vittorie da lanciatore in 17 stagioni. I risultati dell’elezione saranno resi noti il 7 gennaio.

Nel frattempo, tutti possono votare per il ‘This Year in baseball Awards”, premio diviso in sei distinte categorie sulla base della stagione 2002 e riservato ai navigatori del sito ufficiale mlb.com.

Informazioni su Emiliano Raccagni 119 Articoli
26 anni, collaboratore baseball Usa

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.