Al via le Japan Series

A Tokyo sabato si gioca gara 1 tra gli Yomiuri Giants e i Seibu Lions

Prendono il via sabato alle 18 locali (mattina in Italia) al “Tokyo Dome” le Japan Series.
In campo, per giocarsi il titolo al meglio delle 7 partite, si troveranno i locali Yomiuri Giants e i Seibu Lion. Gara 2 è in programma sempre a Tokyo domenica.
La serie si trasferisce poi al “Seibu Dome” martedì, mercoledì e giovedì prossimi e torna a Tokyo per le 2 gare finali nel fine settimana del 2 e 3 novembre.

I Giants hanno vinto la 'Central League' imponendosi in 86 partite. La loro media battuta è stata di 272, con 186 fuoricampo e 69 basi rubate.
La star della squadra è Hideki Matsui, un esterno centro mancino che batte a media 334 con 50 fuoricampo e 107 punti battuti a casa. Tutto lascia intendere che a fine stagione emigrerà negli Stati Uniti sulle orme di Ichiro, del quale ha raccolto l'eredità come miglior giocatore delle 'Nippon Leagues'. Il mancino Takayuchi Shimizu ha chiuso a media 314, ma quel che più conta ha battuto 191 valide, una in meno del record della lega. E' invece reduce da una stagione deludente Yoshinobu Takahashi, una delle stelle del Mondiale 2001, che ha battuto solo 17 fuoricampo.
A livello di lanciatori i Giants hanno ottenuto nella stagione regolare una media pgl di 3.04. Il loro miglior elemento è Uehara Koji, che ha chiuso con un record di 17-5 e con una media pgl di 2.60. Masumi Kuwata vanta una media pgl di 2.22 e un record di 12-6. Yunichi Kawahara, 28 salvezze, è il closer.

I Lions hanno vinto 90 partite nella stagione regolare, chiudendo al primo posto la 'Pacific League'. La loro media battuta è stata di 278, con 183 fuoricampo e 107 basi rubate.
La star è l'americano Alex Cabrera, che con 55 fuoricampo ha eguagliato il primato del suo connazionale Tuffy Rhodes e del leggendario Saduharo Oh, oggi allenatore. Cabrera ha avuto una media di 336 e ha spinto a casa 115 punti.
Lo switch hitter Kazuo Matsui (332-36-87) e Kazuhiro Wada (319-33-81) sono le altre bocche da fuoco.
A livello di lanciatori i Lions hanno uno staff giovane, nel quale spiccano i cinesi di Taiwan Hsu Ming Chieh (che sconfisse l'Italia agli ultimi Mondiali), reduce da un record di 9-7 e con una media pgl di 3.65) e Chang Chi Chiah (che battè il Giappone nella finale per il terzo posto a Taiwan), che ha una media pgl di 2.71 e un record di 10-4. La sua micidiale 'split finger' gli ha permesso di ottenere 121 strike out in 116 riprese. Lo scorso anno Chang battè il suo attuale compagno di squadra Takahashi Ishii (8-3, 3.11 media pgl), mentre Daisuke Matsuzaka, il lanciatore sconfitto da Cuba nella semifinale di Sydney 2000, ha lanciato solo 73 inning. Il closer, con 38 salvezze, è Toyoda Kiyoshy.

Nella sostanza, si tratta di due squadre abbastanza simili, che dovrebbero garantire spettacolo.
Attraverso baseball.it potrete seguire le Japan Series in tempo reale.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.