Domani l'All Star Game di Cuba

Si gioca a Holguin e segna la metà della stagione

La stagione del baseball di Cuba è giunta a metà. Dopo 40 partite i pronostici appaiono in linea di massima destinati ad essere rispettati.
Ad Occidente troviamo in testa al gruppo “A” Pinar del Rio con un record di 26-14. Segue a 2 gare Isla de la Juventud.
Nel gruppo “B” guida invece Santispiritu (24-16) con 2 gare di vantaggio sugli Industriales.
Ad Oriente in vetta al gruppo “C” troviamo 2 formazioni: VillaClara e Camaguey, che dividono un record di 21-19.
Nel gruppo “D” il leader è Santiago con un record di 26-14. Holguin segue a 5 gare.

A livello di prestazioni individuali, la miglior media battuta di metà stagione è quella di Urrutia di Las Tunas con un eccezionale 435.
Michel Abreu di Matanzas è il leader dei fuoricampo con 13.
Trai lanciatori il solito Contreras di Pinar guida la media pgl con 1.60.
Maels Rodriguez di Santispiritu è il leader degli strike out con 101.

Domani a l'Avana si disputa il Juego del Las Estrellas, ovvero l'All Star Game.
La selezione 'Ovest', allenata dal manager di Pinar Fuentes partirà con Contreras in pedana (ma nel corso della gara ci sarà spazio anche per Maels Rodriguez e Lazo) e Manrique (Matanzas) come catcher. In prima ci sarà Michel Abreu (Matanzas), in seconda Duenas (Pinar), in terza Michel Enriquez (Isla del Juventud), interbase German Mesa (Industriales). Gli esterni saranno Acosta (Matanzas), Yasser Gomez (Industriales) e Casanas (Matanzas). Il battitore designato sarà Mendez (Industriales).
La selezione 'Est', guidata da Higino Velez, manager Campiuone del Mondo e allenatore di Santiago, avrà come lanciatore partente Vera (Santiago) e come ricevitore Concepcion (Las Tunas).
In prima giocherà Borrero (Villa Clara), in seconda Suarez (Las Tunas), in terza Charles (Ciego de Avila), interbase Navas (Santiago). Gli esterni saranno Denis (Holguin), Duvergel (Guantanamo) e Beserano (Granma). Chapelli (Camaguey) sarà il battitore designato.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.