Pioggia di squalifiche per San Diego e Anaheim

Quattro giocatori salteranno da due a sette gare

Come vi avevamo preannunciato nei giorni scorsi, Bob Watson, il vice presidente delle Majors incaricato di infliggere le sanzioni disciplinari, ha agito con ‘mano pesante” nei confronti dei giocatori colpevoli di aver scatenato la rissa scoppiata sabato scorso, nel corso della gara amichevole fra Padres e Angels. Il lanciatore di San Diego Bobby Jones è stato infatti sospeso per 7 partite, mentre il suo compagno Ryan Klesko salterà 4 gare; dall’altra parte, l’interno Scott Spezio non giocherà 6 partite, mentre Troy Glaus rimarrà fermo per due. Tutte le squalifiche dovranno essere scontate a partire dal primo giorno di regular season, salvo ricorsi in appello.

Il general manager degli Athletics Billy Bean ha firmato un estensione del suo contratto con Oakland che lo terrà legato alla squadra californiana fino al 2008. Beane, ex giocatore delle Majors, è general manager degli A’s dal 1997.

Il lanciatore dei Phillies Jesus Cordero ha abbandonato la squadra ed è tornato nella sua nativa Repubblica Dominicana, dopo che la dirigenza di Philadelphia l’aveva spedito nelle minors. Il giocatore ha comunicato al general manager Ed Wade la sua decisione di abbandonare la squadra subito dopo aver saputo di essere stato tolto dalla rosa.

Il lanciatore dei Twins Rick Reed ha deciso di rinunciare alla possibilità di diventare free-agent, e quindi di rimanere con Minnesota. Il giocatore aveva chiesto di essere ceduto subito dopo le World Series, e sarebbe stato automaticamente svincolato dal suo contratto se non avesse ritirato la richiesta entro ieri; il suo attuale accordo con i Twins è valido fino al 2003, con opzione della squadra per il 2004.
Nel frattempo, il governatore del Minnesota Jessie Ventura ha avanzato ieri la proposta che lo stato aiuti a finanziare un nuovo stadio da 330 mila dollari per i Twins.

Infine, Gregory ‘Toe” Nash, un giocatore di lega minore dell’organizzazione dei Devil Rays è stato accusato di violenza sessuale su una ragazzina di 15 anni; il giocatore non è nuovo a problemi legali, visto che lo scorso anno aveva dovuto scontare una pena per possesso di marijuana, furto e lesioni.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.