Poule Salvezza, anche Falcons e Brescia vanno ai play-out

Academy e Cervignano trovano la salvezza vincendo le rispettive seconde partite. Cagliari, Rovigo, Modena e Macerata chiudono in vetta i 4 gironi

Stefano Pedrazzi
Alessandro Beccari elimina Francesco Ludovisi che cercava la rubata durante Falcons-Academy
© Stefano Pedrazzi

Cagliari, Rovigo, Modena e Macerata davanti a tutti, mentre Falcons e Brescia (accoppiate tra loro) raggiungono New Rimini e Castelfranco Veneto nei play-out che determineranno le due retrocessioni in serie B. I sardi hanno confermato la loro leadership battendo 31 valide contro Padova (7/10 per Turino) in un girone dove anche Settimo dilaga contro il Metalco (due manifeste e due tripli per Lasaracina) e i 12 kappa di Francesco Pomponi lanciano l’Oltretorrente contro Verona.

Rovigo chiude in bellezza vincendo al 10° garadue contro Poviglio dopo lo 0-0 delle 9 riprese regolamentari e dopo il successo emiliano nella partita mattutina caratterizzata dal fuoricampo di Van Heydoorn. Doppietta di Ronchi (29 valide contro Senago) e 14 kappa su 18 eliminazioni di Rodriguez in garadue. Non basta al Brescia la vittoria nella prima partita con Cervignano (homer di Rodriguez e gran staffetta Peralta-Virgadaula) perché in garadue la Sultan dilaga con un Jimenez da complete game e 4/4 con due doppi di Collado.

Nel girone F erano tutte in vacanza anticipata e ne è uscito un pareggio tra Modena (4/5 di Martone in garauno) e Athletics mentre Crocetta (6/10 con 4 rbi e un homer di Alfinito) batte due volte Sala Baganza con entrambe le squadre che hanno svuotato i dug-out.

Sfida salvezza da brividi a Riccione dove i Falcons rimettono tutto in gioco battendo per manifesta l’Academy Nettuno in mattinata (altra solida prova in pedana di Nicolò Ioli) e si illudono partendo forte in garadue, ma i tirrenici la svoltano al quarto (due tripli di Colalucci) salendo 2-5 e contengono la rimonta della CSARimini.com che dunque farà i play-out. Senza storia le due partite tra Longbridge e Macerata che batte 33 valide con il fuoricampo di Luciani e ha un Lopez da 8/9.

Informazioni su Carlo Ravegnani 230 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.