Gara uno è del San Marino

Unipolsai battuta in casa al terzo supplementare da un fuoricampo di Celli. Ospiti superiori in attacco

Lauro Bassani - PhotoBass
Federico Celli
© Lauro Bassani - PhotoBass

Il San Marino merita gara-uno delle Italian Baseball Series 2021, al Falchi, anche se gli ci son voluti 12 inning e un fuoricampo di Federico Celli al terzo supplementare per avere la meglio 6 a 4 sull’Unipolsai.

I “Titani”, nettamente superiori in attacco – 12 valide a 9 con 3 fuoricampo (Nicola Garbella, Aristotelis Sechopoulos e Federico Celli) – ma non in difesa, dove sono stati protagonisti di un paio di situazioni veramente imbarazzanti, hanno fatto quasi tutto da soli. A partire balk del vantaggio iniziale della Fortitudo di Henry Cedeno (opposto come partente a Raul Rivero) al 2°. Poi si è andati avanti punto a punto, fino alla fine. Le sbavature della difesa sammarinese a tenere in gioco i padroni di casa, che hanno avuto un gran Julian Dreni a far muro all’interbase. Al 3° ospiti sull’1-1 con il solo homer di Nicola Garbella. Di nuovo vantaggio Fortitudo con valide di Dreni e Dobboletta e nuovo pari con doppio di Oscar Angulo e singolo di Giovanni Garbella.

Bologna al 4° non segna, e San Marino invece al 5° muove ancora il tabellone per il terzo inning di fila contro Rivero. Ferrini base ball e Rbi per Celli con un doppio a sinistra per il 3-2.

A inizio 6°, dopo la base a Osman Marval, Centeno è sostituito da Aybar Baez. Il rilievo concede la base ball a Ericson Leonora, ma durante il turno Marval ruba la seconda e arriva in terza su errore. Basta dunque una volata per il 3-3 e la mette a segno Niccolò Loardi.

I bolognesi, con Murilo Brolo Gouvea che intanto ha preso il posto di Rivero, avrebbero l’occasione buona, ma Baez si salva a basi piene mandando al volo Leonora. San Marino allora allunga, con il 4-3 su fuoricampo di Sechopoulos. A quel punto Doriano Bindi la vuole assolutamente portare a casa mandando in pedana Tiago Da Silva. Dall’altra parte è salito sul mound Elian Leyva. Si arriva alla parte bassa del 9° e arrivano due out. Da Silva è a uno strike dalla vittoria, ma Renzo Martini centra il singolo. Stesso discorso per Marval, che però piazza la palla tra gli esterni. E’ 4-4.

Si va agli extrainning, e senza tie-break. 10° e 11° passano senza scosse. Il 12° no: con Janido Tromp battere valido, e Celli a centrare il fuoricampo da due punti del 6-4. Nella parte bassa Da Silva elimina subito Marval e Leonora, concede la base a Daniel Monti ma poi elimina al piatto Ernesto Liberatore.

Gara due questa sera, sul Titano.

Informazioni su Mino Prati 839 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.