Stati Uniti battuti, l’oro va al Giappone. Bronzo alla Dominicana

Un fuoricampo e un errore della difesa Usa consegnano ai padroni di casa il metallo pregiato mai raggiunto prima. I caraibici fanno la storia battendo i campioni uscenti

wbsc.org
Il Giappone festeggia il fuoricampo di Murakami
© wbsc.org

Un fuoricampo al terzo inning e un errore di tiro della difesa Usa all’ottavo consegnano al Giappone (2-0) la medaglia d’oro a Tokyo 2020, la prima della storia dei nipponici ai Giochi. Partita tiratissima, 8 valide per i padroni di casa e 6 per gli Stati Uniti che però hanno lasciato 9 uomini in base e devono recriminare per alcune occasioni mancate. Al quinto inning quando grazie a un singolo e un colpito porta due uomini in base e soprattutto al settimo, quando porta in terza l’unico corridore della partita, Allen che dopo un doppio viene spinto in terza da una scelta della difesa. Ancora Allen, al nono, batte un singolo inutile.

Il Giappone ringrazia Murakami che con un out al terzo inning spedisce la pallina oltre la recinzione all’esterno centro.  All’ottavo punto costruito con il singolo di Yamata, il bunt di Sakamoto, poi sul singolo di Yoshida l’esterno centro Usa tira a casa base ma sbaglia ed entra la seconda segnatura. Con l’autore del singolo arrivato in seconda sulla scelta della difesa c’è una base, un altro bunt ma un pop sulla terza chiude l’inning.

Lanciatore vincente Morishita (7 k in 8 riprese e 5 valide al passivo), salvezza di Kuribayashi, perdente Martinez.

Nella finale per il terzo posto, invece, bronzo storico alla Repubblica Dominicana contro la Korea (10-6) che era campione olimpica uscente a Pechino 2008. Alla formazione caraibica bastano due big inning: 4 punti al primo (con due fuoricampo, da 2 e da 1) e 5 all’ottavo quando la partita che la Korea era passata a condurre segnano 4 punti al quinto, ha cambiato volto, grazie tra l’altro a  un  ulteriore homer da 2. Lanciatore vincente Mercedes, salvezza Diaz, perdente Oh.