Israele regina della prima fase, assieme all’Italia

La “sorpresa” Croazia crolla contro l’Austria. Rifaela con tre fuoricampo fa tutto da solo in Olanda-Germania. Habeck vincente col Belgio. Gillen firma la vittoria di Israele sulla Gran Bretagna

Ezio Ratti (NADOC)
Una fase di Olanda-Germania
© Ezio Ratti (NADOC)

Penultima giornata della prima fase all’Europeo di Bonna e Solingen. Italia ed Israele senza sconfitte e prime nei due gironi. Per il resto quasi tutto ancora da decidere, domani.

Belgio-Francia 2-12 (8°)
Con Habeck (4 valide concesse in sette riprese), Rault e Clara (nessuna) a subire punti solo sul solo homer di Boermans al 5° e da tre basi ball concesse e una battuta in scelta difesa all’8° a partita già decisa, non ha fatto particolarmente fa. tica la Francia a raggiungere il Belgio a 2 vittorie in classifica nel girone B, quello dell’Italia. Con un attivo di 18 centri dal box si può dire che i “galletti” abbiano definito il risultato a loro favore fra quarto e quinto inning, dopo esser andati sull’1 a 0 sùbito al 1° con un doppio di Lefevre e un singolo di Dagneau.
I fuoricampo di Zan (da punti 2 al 4°) ha permesso di allungare e, dopo i 3 punti nel turno successivo (3 valide, doppio di Paula, e un errore), quelli di Paz e Dagneau all’8° hanno scritto la parola fine sul match.

Croazia-Austria 1-12 (7°)
La Croazia, dopo tre sconfitte di poco contro Spagna, Italia (al 10°) e Belgio, crolla contro l’Austria e i lanci di Seidl (2 valide in 7 inning). Gli austriaci sono andati sul 3 a 0 col loro primo turno in battuta, su un pessimo inizio di Strelec e grazie al fuoricampo di Hackl e sul 4 a 1 hanno risolto con un big inning da 8 punti al 6°, con il grande slam di Talir come ciliegina sulla torta.

Gran Bretagna-Israele 4-7
Israele ha conservato la propria imbattibilità anche dopo la quarta giornata della prima fase ed è matematicamente prima nel gruppo A.
La Gran Bretagna era partita di gran carriera, tre volte a casa base al 1° con un fuoricampo di Andrews, dopo un doppio e un singolo su Leichman. Sul 2 a 3 nelle metà alta del 2° gli israeliani hanno pareggiato al 4° e sono andati sul 5 a 3 (diventato immediatamente 5 a 4) col fuoricampo da 2 di Gaillen al 7°. Il primo dei suoi due: il secondo è stato quello del 7 a 4 al 9°.

Repubblica Ceca-Svezia 10-3
Cinque punti nella prima ripresa – 5 valide, 1 errore, 1 lancio pazzo che costa un punto – contro Bristow, e la Repubblica Ceca ha potuto poi limitarsi in pratica a controllare il gioco, allungando nella seconda parte del match, dal 6° in poi.

Olanda-Germania 8-1
All’Olanda sarebbe bastato Ademar Rifaela, da solo, per aver ragione della Germania.
Due homer da 2 punti, al 2° per il 3 a 1 e al 4° per il 5 a 1, poi uno da 3 all’8°. Tre su quattro, sette punti battuti a casa degli otto segnati dagli arancioni. Se poi ci mettiamo 11 strikeout di Hujer nelle prime sei riprese e due terzi, il totale è presto fatto.

Spagna-Italia 3-13

Le classifiche

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 725 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.