L’Italia mata la Spagna (13-3) e conquista il primo posto nel girone B

Gli azzurri con sedici valide (tre i fuoricampo: Colabello, Mazzanti e Mineo) travolgono i vicecampioni in carica ed evitano brutti incroci nei quarti di finale di venerdì. Lugo prestazione sontuosa

Ezio Ratti/NADOC
Beppe Mazzanti uno dei trascinatori azzurri contro la Spagna
© Ezio Ratti/NADOC

L’Italia fa fuori anche la Spagna, con un travolgente 13-3, e chiude con un turno di anticipo il discorso primato nel girone B. Trascinata da Chris Colabello (3/4, 5pbc), Beppe Mazzanti (3/4, 4pbc) e Mineo (3/5, 3pbc) che hanno spinto a casa dodici dei tredici i punti azzurri con un fuoricampo a testa, la nazionale italiana ha sempre comandato la quarta partita eliminatoria degli Europei che si stanno svolgendo a Solingen e Bonn. Le Furie Rosse, finaliste nell’edizione 2016 a Hoofddorp, sono riuscite solo a farsi minacciose al sesto inning, rimontando dal 3-0 al 3-2, ma le mazze italiane hanno ripreso immediatamente il largo.

Il rotondo successo sugli iberici (arrivato grazie a 16 hit), oltre a permette di vincere il girone, consente di scongiurare un incrocio pericoloso nei quarti di finale (tipo Olanda o Germania). Vaglio e compagni aspettano di sapere chi dovranno affrontare venerdì tra Gran Bretagna (l’ipotesi più probabile) e Rep. Ceca.

Ezio Ratti/NADOC
Luis Lugo lanciatore vincente della supersfida con la Spagna

Il manager azzurro Gerali ha scelto come partente Luis Lugo, autore di una gran bella partita mentre Luis Sojo s’è affidato al “nettunese” Ricardo Hernandez. La partenza degli azzurri è superlativa: con due out,  Andreoli piazza un doppio dalle parti dell’esterno sinistro Lesther Galvan; Colabello, al secondo lancio, spedisce la pallina oltre la recinzione, alla destra del diamante di Bonn. Per il prima base ex Toronto è il secondo fuoricampo di questo Europeo. La nostra nazionale va vicina al terzo punto con il doppio di Mineo che arriva in terza sul “F8” di Celli.

Il primo terzo di gara si chiude con l’Italia sul 3-0: Hernandez mette in base, a suon di ball, Andreoli e Colabello, con l’esterno centro dei Tacoma Riders a punti sul singolo al centro di Beppe Mazzanti. Al cambio di campo Lugo subisce la prima valida della sua gara, firmata da Beltre, ma la ripresa si chiude con un  nulla di fatto dopo l’eliminazione di Bethencourt.

La Spagna comincia a vedere i lanci del partente Lugo e al 4° trova due valide di fila, con Angulo e Ustariz, ma la difesa si esalta e chiude con un doppio gioco sulla battuta di Galvan. Angulo va in terza, ma Martinez rimane al piatto. Al quinto attacco gli spagnoli chiamano sulla collinetta Fernando Baez per sostituire Hernandez (5bv-3bb-2so in 4rl con 73 lanci). Il rilievo, dopo aver chiamato al lavoro la difesa su Maggi,  subisce una valida da Vaglio, ma riesce ad eliminare Andreoli e Colabello.

La gara si riapre improvvisamente al 6°: con due out e Beltre in prima per un singolo, Ustariz batte sul terza base Mazzanti; l’assistenza è imprecisa, tanto che i corridori si sistemano in terza e seconda. Il doppio di Galvan spinge a casa due punti.

Ezio Ratti/NADOC
Chris Colabello, dalla sua mazza sono partiti cinque punti battuti a casa

Passano pochi minuti e l’Italia chiude la sfida con quattro punti nella parte alta del settimo:  Colabello porta a casa il 4-1 (segnato da Maggi) con un singolo. Ci pensa poi Mazzanti, con un fuoricampo da tre punti, a far volare gli azzurri sul 7-2. Al cambio di campo, dopo un doppio di Franco, arriva il cambio di Lugo, autore di una partita straordinaria (6bv-5so e 98 lanci in 6.2rl). Sulla collinetta sale il mancino Michael Johnson. Beltre batte subito una valida, Franco va in terza, poi a casa su balk per il 7-3. Singolo di Bethencourt; la difesa fa buona guardia ed elimina a casa Beltre.  Prima di andare sotto la doccia l’Italia mette in cascina altri sei punti sul rilievo Eduardo Miliani: Vaglio (3/5 per lui) apre la ripresa con un doppio a sinistra, Andreoli lo porta in terza con un singolo. Entrambi corrono a casa sulla valida in mezzo agli esterni di Colabello. L’inning prosegue con la valida di Epifano e il bel fuoricampo da tre punti di Alberto Mineo. L’ultimo punto della gara lo spinge il capitano, Vaglio, con una battuta vincente a sinistra. A mantenere i dieci punti di vantaggio ci pensa Alex Bassani al 9° con tre strike out di fila.

La Spagna è matata con un risultato che va ben oltre le aspettative, ma prima del turno di riposo e dei quarti c’è da affrontare il Belgio (ha un record di 2-2 e punta a conservare il terzo posto), mercoledì alle 11.

IL TABELLINO

I RISULTATI

LE CLASSIFICHE

LE STATISTICHE DEGLI AZZURRI

 

 

 

 

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 353 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.