Testa contro coda su tutti tre i campi dell’A1

Torna il derby a Bologna, fra UnipolSai e Autovia. City e San Marino favorite sul Redipuglia e su un Godo che fa peggio di tutte

Lauro Bassani (PhotoBass)
Marco Nanni e Daniele Frignani
© Lauro Bassani (PhotoBass)

Colore di derby, a Bologna, nel testa contro coda proposto dalla sesta giornata. Con la seconda in classifica, il Parma Clima, che riposa, prima contro ultima, terza contro sesta e quarta contro quinta.
Mi rifiuto di ricordare dopo quanti anni ritorna Fortitudo-Castenaso: pensandoci mi son sentito Numero Uno dei bei tempi quando leggevo Alan Ford, di Magnus e Bunker.
Ma, restiamo all’oggi.
Il divario massimo è proprio quello fra le due bolognesi – sei lunghezze e mezza dopo i primi cinque turni di campionato – con l’UnipolSai che con le sue tre partite di vantaggio su tutte sta facendo meglio anche di quanto i più pensassero parlando comunque della favorita, e un’Autovia che al contrario è un po’ la delusione di questo inizio di stagione, fra monte (in particolare quello “Afi”) e difesa. Pronostico, teoricamente, scontato. Nanni dovrà provarne una più del diavolo per vedere di fare il primo sgambetto al club con cui ha vinto tutto e di più, per dare il primo dispiacere dell’anno a quello che è stata a lungo il suo vice, Frignani.
Dove il divario potrebbe essere minore, almeno sulla carta, è nel doppio incontro di Nettuno, fra City e Rangers. Con addirittura il Redipuglia superiore, parlando comunque di numeri troppo “alti” per la prima serie, come rendimento ai laziali a livello di lanciatori. L’attacco della formazione di casa dovrebbe garantirle quel che basta, tanto quanto a potenza così come a costanza, sempre che non facciano disastri quelli deputati ad andare in pedana.
A senso unico dovrebbe essere Godo-San Marino, con i ravennati ultimi come rendimento nelle due statistiche fondamentali, di fronte a dei Titani che come Pgl di squadra danno più di un punto alle altre come media, con il minimo di segnature subite a dispetto delle avversarie affrontate. I Goti non sembrano aver via di scampo, considerando un line up che non arriva ai .200 e pitcher che (tolto il rilievo Ciarla, che oltretutto non ci sarà) vanno sopra, uno per l’altro, al il 5.00!
Teorie della vigilia. In agguato oltretutto c’è pure, di nuovo, il possibile maltempo.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 726 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.