A Nettuno domina Poma

T&A letteralmente portata per mano alla vittoria dal suo esterno centro: due tripli e cinque punti battuti a casa. L'Angel Service rimonta e sorpassa al 3° ma poi si deve arrendere

Due tripli, cinque punti battuti e casa e vittoria. Nome e cognome? Sebastiano Poma. C'è la firma in calce dell'esterno centro della T&A sulla vittoria dei Titani in gara1 a Nettuno. Prima il giro di mazza che vale due punti nella parte alta del terzo (2-0) poi, dopo il ribaltone nettunese al cambio di campo (2-3), ecco un altro triplo, questa volta da tre punti, al 7° (5-3). Sul monte il vincente è Carlos Quevedo, mentre la salvezza è di Nick Morreale.
All'inizio la sfida sul monte è tra Uviedo e Quevedo con la partita che comincia, guarda un po', con un singolo di Poma. L'inning non produce punti per la T&A, che poi si salva nella parte bassa del primo nonostante il doppio di Giannetti e la base a Bermudez (primi 3 K dei 10 di Quevedo). Il botta e risposta arriva al 3°: prima col triplo da due punti di Poma per il 2-0 (Imperiali in base su errore e singolo interno di Pulzetti), poi con la rimonta nettunese per il 2-3 (singoli di Mercuri e Bermudez, doppio di Mazzanti, singolo anche di Giordani).
Poi quasi nulla, tranne un altro rischio corso dalla T&A al 5°, quando Retrosi apre l'inning con un doppio ma i compagni non riescono a portarlo a casa. Al 7° i punti della rimonta e della vittoria T&A arrivano con due out e nessun uomo in base. Tengono viva la ripresa Avagnina (singolo), Imperiali (base ball) e Pulzetti (altro singolo interno che riempie i cuscini). La cambia totalmente invece Sebastiano Poma, che su conto pieno spara un'altra battuta lunga, a sinistra, che si trasforma in un triplo e porta a casa tutti gli uomini in base per il 5-3 definitivo.
Al 7° sul monte sammarinese è la volta di Perez, che fa il suo lavoro e non concede arrivi in base. All'8° invece ecco Camacho, che completa un'eliminazione ma poi deve uscire per una pallata. È la volta del quarto pitcher di giornata per la T&A, Morreale. Nick ha un inizio sfortunato (errore della difesa su Mazzanti, poi singolo di Giordani), la difesa completa un out sulla rimbalzante di Luna ma Nettuno riempie le basi con i quattro ball a Colagrossi. È il momento decisivo e il rilievo della T&A salva tutto eliminando al piatto Trinci.

VAI AL TABELLINO

Commenta per primo

Lascia un commento