Verona battuto, Anzio vola in finale

Al "Reatini" vittoria convincente, 16-0 al 7°, dei laziali nella terza gara della semifinale dei play-off contro i veneti. Anzio spinto al successo dal lanciatore Rodà e dal battitore designato D'Addio

Basta una sola partita all’Anzio Baseball per sbarazzarsi del Verona nella semifinale play-off della serie A2. Dopo le due vittorie conquistate in terra veronese, sabato pomeriggio al “Reatini” i ragazzi del manager Carlo Morville hanno dominato la partita vincendo con il netto punteggio di 16 a 0 al 7°. Gli anziati sono andati a segno in tutte e sei le riprese, mettendo a segno dodici valide contro le sei dei veronesi. I tanti errori commessi dalla difesa del Verona, quattro contro i due dell’Anzio (entrambi al 7°), conditi da tre lanci pazzi e una palla mancata, hanno spianato la strada agli anziati.
Padroni di casa che passano in vantaggio al primo attacco con Mondino, che dopo esser stato colpito arriva in terza sull’errore del lanciatore sul pick off e poi a casa su una palla mancata. Al 2° il punteggio è già di 5 a 0 e lascia presagire una larga vittoria degli anziati, che realizzano due punti al 3°, quattro al 4°, uno al 5° e ancora quattro al 6°.
Sul monte di lancio vittoria per Valerio Rodà, che nelle cinque riprese in cui è stato impiegato ha subito cinque valide, ha concesso una base su ball e ha lasciato al piatto tre battitori. Rodà è stato rilevato da Roberto Rossi, che ha lanciato un inning e non ha concesso alcuna valida, e poi ha lasciato il monte a Mauro Salciccia, che ha concesso una valida e ha messo a segno uno strike-out. Per il Verona il perdente è stato il partente Francesco Grigoletto, che ha lasciato il monte durante il secondo inning con una prestazione non proprio positiva, tre valide concesse, quattro basi ball, 1 strike-out, due colpiti, cinque punti guadagnati sul lanciatore. Il primo rilievo Rocco Tebaldi non è andato meglio del compagno, con cinque valide concesse, due basi ball, due K, tre lanci pazzi e sei punti pgl. Al 6° sul monte è salito Stefano Bertagna, che ha chiuso con quattro valide subite, 1 base ball e due punti di pgl.
In attacco per gli ospiti hanno fatto la loro parte solo Manzotti e Bruera che hanno chiuso entrambi con due valide su tre turni, entrambi con un doppio. Per l’Anzio la parte del leone l’ha fatta il battitore designato Vincenzo D’Addio con 5 su 5 con un doppio e tre punti battuti a casa. Molto bene anche Danilo Scorziello e Greg Del George che hanno chiuso con 2 su 3, entrambi con un doppio e un punto battuto a casa per il terza base. Due punti a testa li hanno spinti a casa Martin Mondino, 1 su 3, e Alessandro Paoletti, 1 su 2.

Avatar
Informazioni su Francesco Cenci 77 Articoli
Esperto di tennis, Francesco entra a Baseball.it grazie all'amicizia di Giovanni Del Giaccio collega della rivista "Il Granchio" di Anzio, con cui collabora da sei anni occupandosi dell'Anzio baseball. Dopo venti anni passati sui campi da tennis, raggiungendo buoni risultati, appende la racchetta al chiodo per problemi di lavoro. Da quattro anni lavora nel caotico e frettoloso mondo del cartone.

Commenta per primo

Lascia un commento