Facciamo finta di niente. E’ meglio.

E’ ora che le società di A1 facciano il salto di qualita’ oppure si vuole lasciare tutto in mano alla Federazione?

All'inizio della settimana scorsa un amico di vecchia data mi sollecitava, attraverso l'ausilio di messaggi SMS, "a divulgare la verità sulla vicenda Grosseto-San Marino poichè in questi anni", sempre secondo il suo parere, "mi ero prodigato nel conoscere i fatti e a riportarli correttamente".
nNon nascondo che, pur inorgoglito dal messaggio di stima nei miei confronti, mi sono messo a ridere.
nLa mia risata nasceva sostanzialmente da due motivi.
nInnanzitutto perche' non credo che l'affermazione, pur gratificante, corrisponda al vero ma soprattutto perche' il magico mondo dell'ambiente del batti e corri italico, composto sostanzialmente da qualche centinaio di persone se limitato al massimo Campionato di A1, la verità la conosca gia' tutta e non ha sicuramente bisogno di Baseball.it.
nLe notizie, gli anedotti, le illazioni all'interno di questo ambiente girano ad una velocità tale e coprono un territorio talmente vasto che la rete Internet in confronto è una dilettante.
nAvremmo forse dovuto informare i nostri lettori che tutta la vicenda sul fantomatico tesseramento di Merwin Sforza è nata oltreoceano lo scorso inverno pare su iniziativa del lanciatore paternese Pezzullo giunto in Italia con il fatidico modulo del tesseramento "preventivamente" firmato?
nper poi proseguire raccontando che successivamente il tesseramento è stato "misteriosamente" ritirato dalla società sicula?
nOppure scrivere che i dirigenti del San Marino si erano "preventivamente" adoperati nel redigere la riserva scritta per il giudice Chichi prima dei fatidici incontri dell'11 agosto scorso?
nRiserva scritta da sbandierare nel caso in cui il risultato sportivo gli fosse stato avverso come poi è avvenuto?
nE avrebbe avuto senso informare i nostri visitatori che, pur avendo richiesto telefonicamente alla dirigenza grossetana una copia via fax o via e-mail del fatidico ricorso alla CAF non abbiamo ricevuto nulla di nulla e non ne sappiamo il motivo?
nSinceramente non credo che potesse essere utile fornire "tanta" informazione.
nLa verità!! Vai a sapere come sono andate effettivamente le cose.
nProbabilmente la verità è scomoda ed ognuno si "costruisce" la propria ed allora io vi propino la "mia", tanto avete sempre la possibilità di cliccare su un'altra pagina e queste due righe nel giro di 3-4 giorni scompariranno nei reconditi meandri di Baseball.it.
nLa "mia" verità è che questo Campionato è stato ucciso da come è stata gestita questa vicenda, che ora finalmente sappiamo aver dato ragione ai sanmarinesi con un verdetto arrivato a giochi fatti e che rischiava di penalizzare, paradossalmente, una formazione totalmente estranea. Assurdo.
nAlla fine tutto si è risolto a 4 giorni dal primo playball dei playoff 2005 ma e' molto difficile trovare un vincitore in questa triste storia ed anzi sono in parecchi ad uscire con "le ossa rotte" da questo brutto finale di Regular Season anche solo dal punto di vista dell'immagine.
nLi elenco in ordine sparso, cosi' per gioco, lasciando al lettore, se concorderà con la mia analisi, la prerogativa di dargli l'ordine che piu' lo aggrada.
n
nIl BBC Grosseto: dopo che lo scorso anno le dichiarazioni post-partita del Presidente Banchi riuscirono ad esautorare di fatto un arbitro dalle Finali di Campionato, nel 2005 i Campioni d'Italia e Campioni d'Europa si sono dovuti attaccare alle carte per sperare di rientrare nei playoff. Se poi consideriamo che il Presidente della società è anche consigliere federale nonchè componente del Consiglio di Presidenza, cioè uno dei massimi rappresentanti dell'organo deputato a redigere le regole del Campionato, credo che ci sia poco da aggiungere. Caliamo un velo pietoso sulla riserva scritta presentata dal Grosseto per gli "stranieri" del San Marino, comunicato oggi dall'Ufficio stampa federale. Unica ancora di salvezza le dimissioni di Banchi perlomeno dai vertici federali. Impossibile.
n
nIl San Marino: dopo tanta fatica per costruire una squadra vincente e dopo aver perso sul campo 4 dei 6 incontri con il Grosseto, appellarsi alla posizione di un giocatore con 185 millesimi di media battuta e ben 27 turni validi nel box è perlomeno deprimente.
n
nBaseball.it: la "mia creatura" e coloro che in questi anni hanno investito tempo e risorse principalmente per il Campionato di A1 avranno forse l'impressione di aver cacciato via un po' dei loro anni. Probabile. Non posso fare altro che chiedergli umilmente scusa, di piu' non posso, lo giuro. Mi perdoneranno mai? Non credo.
n
nIl Presidente federale Fraccari e gli uffici FIBS: in questi anni il Presidente ha sempre asserito di essere il punto di riferimento per la A1. Durante le consulte venivano decise le regole e la FIBS doveva fare da garante degli interessi del Campionato. Nessuno, almeno ufficialmente, ha mai messo in discussione questo ruolo ma non mi pare che i dirigenti delle 10 formazioni siano poi cosi' concordi sulla linea da seguire insieme. I "carteggi" regolamentari di questo Campionato 2005 lo confermano. Inoltre, caro Presidente, continuare a riproporre in sede elettiva dirigenti fortemente legati alle società di A1 non conviene. Sono troppo poche le poltrone e qualcuno bisogna lasciarlo fuori. Per tornare invece alla vicenda centrale, sarebbe auspicabile, nell'era dei video-streaming, di Internet, della telefonia mobile e chi più ne ha più ne metta, riuscire a studiare procedure di tesseramento che consentano alle società, ai giocatori, agli arbitri ma soprattutto agli spettatori di conoscere con certezza, anche 5 minuti prima del playball, se Merwin Sforza l'11 agosto poteva scendere in campo oppure no. Dubito che saro' accontentato.
n
nTutte le altre società di A1: questa storia credo debba servire anche alle società che non sono state direttamente coinvolte.
nDirigenti che si sacrificano cosi' tanto per far girare i 500-600.000 euro all'anno necessari per far girare la baracca dovrebbero pensare a quanto avvenuto quest'anno, la prossima volta potrebbe toccare a loro.
nCapisco che alle povere società faccia molto comodo avere una Federazione che pensa a tutto (televisione, ufficio stampa, cartellinamento, calendari, regolamenti eccetera) ma la Federazione ha e avra' sempre un ruolo politico con i pro e i contro che questo comporta. Se non riescono ad autoregolamentarsi o perlomeno ad avere una visione comune 10 società come si puo' sperare in un futuro per l'intero movimento?
n
nComunque la pensiate questa storia del tesseramento valido o meno di Merwin Sforza da Grosseto speriamo sia servita a qualcosa ma per averne la certezza basterà attendere la prossima Assemblea elettiva del 2008.
nSara' sufficiente vedere chi si candida per il Consiglio Federale, tanto il Presidente chi lo tocca?n

Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.