Contro Taiwan la sfida decisiva

O adesso o mai più: se l'Italia non vince il Mondiale azzurro finirà domani

Alle 20 locali (le 2 in Europa) l'Italia torna allo stadio “Victoria de Giron” di Matanzas, teatro lo scorso anno dello storico successo su Panama, per affrontare la Cina di Taipei. La sfida è decisiva: l'unica possibilità restata agli azzurri per accedere alla seconda fase del Mondiale è quella di vincere entrambe le gare che restano prima della chiusura del girone.

Taiwan è una squadra giovane, che fin qui ha avuto un rendimento altalenante.
Battuta da Cuba (6-3) all'esordio, la formazione dell'Estremo Oriente è andata sotto a sorpresa anche con Nicaragua (5-2) prima di demolire il Canada (10-2) e ripetersi a sorpresa contro la Corea (8-2).
Si tratta di una formazione molto giovane, fatta da studenti universitari o giocatori della nazionale militare. I professionisti sono solo 5 e 2 di questi, il terza base Hu Chin Lung e il lanciatore Wu Chao Kuan (entrambi 19enni), giocano nella 'Rookie League' americana. Gli altri sono l'esterno Lin Hung Yuan (28 anni), lo storico DH Chen Cheng Hsien (37 anni, unico 'over 30' della rosa) e l'altro lanciatore Hsie Cheng Hsun.

Taiwan ha giocato finora abbastanza male in difesa, ma ha fatto grossa impressione in battuta. Su tutti l'interbase Chen Yung Chi, un formidabile battitore di palla veloce a tutto campo.

L'Italia ha scelto come lanciatore partente Mike Marchesano.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.