A Londra brillano i Phillies, 200 vittorie per Thomson

Va a Philadelphia la prima delle due sfide delle London Series. I biancorossi guidati da Harper e Merrifield vincono 7-2 sui Mets che interrompono la serie positiva. Domani alle 15.10 il secondo match

Mlb.com
Rob Thomson, manager dei Philadelphia Phillies
© Mlb.com

LONDRA – Philadelphia mostra ancora i muscoli e incassa la 45esima vittoria in regular season (miglior record di tutta la Major League), la quarta consecutiva. Nella prima, attesa sfida delle London Series, con un attacco che ha saputo reagire nel momento clou e con un solido monte di lancio, i Phillies superano i Mets e si confermano in assoluto la squadra da battere. Una prestazione corale che rende felice il manager Rob Thomson, alla celebrazione della vittoria numero 200 in carriera davanti ai quasi 54.000 dell’Olympic Stadium.

Sean Manaea contro Ranger Suares, si comincia. La prima fiammata è per Bryce Harper, autore di un doppio senza però seguito. E’ invece dei Mets la zampata vincente. Francisco Lindor apre l’attacco con un doppio a sinistra, una linea che viaggia e 108 miglia orarie e che sembra quasi presagire l’arrivo di buone nuove. E dopo Alonso e Nimmo out, Starling Marte piazza un altro doppio che muove a punto il lead-off portoricano.

Tre inning consistenti per Manaea che al quarto però crolla trascinando nel baratro i Mets. Inaugura Bryce Harper, nominato “Player of the Month” della National League, che scodella il suo 15esimo fuoricampo della stagione. Philadephia pareggia e poi allunga in modo significativo: singolo di Bohm, Stott passeggia in prima, Sosa tocca valido. 2-1 per i biancorossi di Thomson. Tocca all’ottavo uomo del line-up Whit Merrifield spingere ulteriormente con un homer da 3. Ma mica è finita. Doppio di Pache cui segue il singolo del primo del line-up Schwarber. E Philadelphia vola sul 6-1. Inevitabile il cambio di Menaea a favore di Reid-Foley.

Nella seconda parte del quinto inning ancora Lindor in evidenza con singolo a destra che poi vola per il 6-2 grazie a doppio di Alonso. Ci saranno altri cambi sul monte ma poco cambia. All’inizio dell’ottavo sono ancora i biancorossi a spingere con Nick Castellanos (nono fuoricampo stagionale). Finisce 7-2 con un doppio gioco per i Phillies a basi cariche. La musica dei Soul Symphony riecheggia intorno alla torre di osservazione Arcelor Mittal Orbit del Parco Olimpico. Domani c’è la seconda sfida alle 15.10 locali con Jose Quintana, partente per i Mets, contro Taijuan Walker, starter di Philadelphia.

 

Informazioni su Filippo Fantasia 673 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.