Girone A: Torino-Settimo, sarà un mercoledì di fuoco

Le due piemontesi si giocheranno nel recupero il secondo posto per la Poule Scudetto. Parma chiude imbattuta

Lauro Bassani (PhotoBass)
Per Cesare Astorri in garauno col Senago 3/5, con 5 rbi, un doppio e due tripli
© Lauro Bassani (PhotoBass)

Come è cambiata la prima fase del campionato di baseball a un anno di distanza. Nel 2021 di questi tempi l’ultima giornata proponeva un doppio turno con 28 partite su 30 ininfluenti ai fini delle varie classifiche, ora invece ben poche squadre avevano una classifica già definita. Il girone A deve ancora emettere l’ultimo verdetto, eleggere cioè la seconda squadra per la Poule Scudetto.

Ma andiamo per ordine: la copertina spetta comunque al Parmaclima, non fosse altro perchè è una delle due squadre imbattute al termine della prima fase e perchè si presenta meglio di San Marino al debutto nella Poule Scudetto (giovedì sul Titano, sabato doubleheader a Parma). I ducali hanno regolato Senago con due partite dai due volti, da segnalare in particolare gli 11 extrabase di garauno.

Dicevamo, il secondo posto. Sarà una questione racchiusa in 14 chilometri, quelli che separano Torino da Settimo Torinese, le due squadre rimaste in lizza per andare a giocare con i “grandi” e precisamente nel girone con Bologna, Godo e Spirulina Grosseto. La sfida si giocherà mercoledì sera a Torino: gara secca, chi vince passa visto che le due piemontesi sono appaiate al secondo posto.

L’impesa del week-end è sicuramente quella dei Grizzlies che in un sol colpo hanno ancora chance di Poule Scudetto e ne hanno estromesso il Cagliari. Splendida garauno decisa al tie-break da una volata di De Maria dopo che i sardi sono stati a uno strike dalla vittoria. E in garadue Cagliari ha pagato lo scotto perdendo 9-3.

Il Settimo ha risposto da par suo regolando Poviglio senza troppi problemi: tutto ok in garauno mentre nella pomeridiana è salito in cattedra Suarez con 14 strike-out.

Scorredo la classifica, Brescia conquista il suo secondo successo stagionale battendo l’Oltretorrente in garauno con il terzetto Bazzana-Alloisio-Sbardolini che ha prodotto un 8/9, mentre in garadue i lombardi sono stati avanti per sette riprese prima di subire i due punti della sconfitta, l’ultimo con i 4 ball guadagnati da Catellani a cuscini pieni.

Informazioni su Carlo Ravegnani 226 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.