“Welkom Hoofdklasse”: riparte anche il campionato olandese

Scatta giovedì sera alle 19.30 la regular season sul diamante dello stadio intitolato a Loek Loevendie: di fronte gli Amsterdam Pirates, campioni in carica, contro il Racing Club Heemstede, squadra neopromossa. Nove in totale le squadre partecipanti

Lauro Bassani (PhotoBass)
I giocatori dell'L&D Amsterdam in festa dopo un fuoricampo durante la European Champions Cup 2019
© Lauro Bassani (PhotoBass)

Anche in Olanda riprende il massimo campionato di baseball con 9 squadre partecipanti. Giovedi sera, alle 19.30, ad Amsterdam nello stadio intitolato a Loek Loevendie il partente dei Pirates, campioni in carica, lancerà la prima palla della Hoofdklasse 2022. Nella passata stagione, Amsterdam aveva terminato la regular season al secondo posto mezza gara dietro il Neptunus Rotterdam, in semifinale era stata quasi eliminata dall’HCAW Bussum (3 vittorie-2 sconfitte, ma 19 punti segnati contro 24 concessi) infime il trionfo nelle Holland Series molto chiuse al meglio di sette gare contro Curacao Neptunus (4 vinte-3 perse con 27 punti segnati contro 24 concessi). Avversario di turno nelle prime 3 gare tra giovedi e domenica sarà la Racing Club Heemstede, neopromossa nella Hoofdklasse. Gli altri incontri in programma sono Neptunus Rotterdam-DSS/Kinheim Haarlem, HCAW Bussum-Pioniers Hoofddorp, Twins Oosterhout-Quick Amersfoort. Riposano gli Storks The Hague.

Le nove squadre cominceranno la stagione senza 25 giocatori impegnati nei college e nelle Minor League americane: ne mancheranno 5 nei Pirates Amsterdam, 5 nel Neptunus Rotterdam, 5 nel DSS/Kinheim Haarlem, 3 nell’HCAW Bussum, 3 nei Twins Oosterhout e 4 tra RCH, Quick e Pioniers. Diciotto i giocatori indisponibili per problemi fisici, compresi 8 membri delle due società partecipanti alla Coppa Campioni che sarà ospitata dai Capitals a Bonn. Importanti in questo senso i lanciatori Tom de Blok, Mike Groen e Rob Cordemans per L&D Amsterdam Pirates e il lanciatore Orlando Yntema, il ricevitore Gianison Boekhoudt e l’interno Stijn van der Meer per il Curacao Neptunus. Ha deciso di riposare per un anno il 22enne lanciatore italo-olandese Stefan Iannelli, talento cresciuto a Rotterdam e attivo da due stagioni ad Oosterhout.

Curacao, isola antillana del Regno Paesi Bassi, conosciuta per il record mondiale di nativi, cresciuti nel baseball e approdati in Major League. Come ad esempio il lanciatore Kenley Jansen che dopo una carriera a Los Angeles ha deciso di continuare ad Atlanta insieme con il seconda base Ozzie Albies, vincente nelle World Series 2021 con i Braves. La collaborazione tra la federazione KNBSB e Curacao è stata confermata a febbraio, quando il direttore della KNBSB Stefan Eskes è stato ricevuto da Lipo Elhage del Curacao Baseball Development Foundation (CBDF). I due dirigenti hanno trovato un accordo su un programma di sviluppo talenti e per la Dutch Caribbean Baseball Academy. Risultati positivi nel World Baseball Classic e Premier 12 saranno condivisi col CBDF. Il coach arancione Ben Thijssen è coordinatore a Curacao mentre il manager Hensley Meulens è tornato come coach per i suoi New York Yankees.

FLASH – Imbattuta sul campo durante gli Europei di Torino 2021, l’Olanda o meglio i suoi dirigenti sono stati battuti nella corsa alla WBSCE. Dopo la sconfitta di Andrea Marcon per la presidenza continentale, gli olandesi solidali con la FIBS hanno ritirato la candidatura di Petra Arends per la posizione di segretario generale della WBSCE. Italia e Olanda insieme hanno totalizzato 34 su 36 titoli europei, ma non hanno nessun dirigente nella confederazione europea da quando è nata lo scorso febbraio. Dominatrici in diamante, le due rivali si ritroveranno nel 30esimo torneo della Settimana di Haarlem nel prossimo mese di luglio.

Infine, il congresso della KNBSB deciderà sulla candidatura del presidente federale Mark Herbold, rieleggibile il 20 aprile malgrado il naufragio italo-olandese a Lubiana.

 

Informazioni su Pim Van Nes 275 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.