Boston Red Sox a spron battuto

Una volata di sacrificio di Hernandez regala alla squadra di Cora le prime Championship Series dal 2018. Rinviata per pioggia White Sox–Astros, mentre Giants e Braves vincono gara3 e si portano sul 2-1 nella serie

Boston.com (Stan GrossfeldGlobe Staff)
I Red Sox festeggiano la qualificazione alle Championship Series 2021
© Boston.com (Stan GrossfeldGlobe Staff)

Sono i Red Sox la prima squadra ad approdare alle Championship Series. Al termine dell’ennesima partita piena di emozioni, il roster di Alex Cora ha avuto la meglio per 6-5 su Tampa Bay, l’unica franchigia della American League a vincere 100 partite in stagione regolare, dopo aver dissipato un vantaggio di 5-0 ottenuto al terzo inning grazie ad un fuoricampo da 3 punti di Rafael Devers, al doppio di Verdugo che porta a casa Bogaerts ed al singolo di J.D. Martinez che porta a casa lo stesso Verdugo. La pioggia di colpi subiti fa terminare la gara del partente di Tampa Shane McClanahan ed il bullpen dei Rays riesce a contenere l’attacco di Boston, consentendo alla squadra di Kevin Cash di risalire la china fino a pareggiare il conto (5-5) all’ottavo su un singolo di Randy Arozarena. Ma le emozioni non sono finite e all’ultimo attacco una volata di sacrificio di Enrique Hernandez regala il punto della vittoria ai Red Sox che possono così festeggiare il ritorno alle Championship dopo tre anni.

L’altra gara-4, tra White Sox ed Astros, è stata rinviata per il maltempo che sta imperversando su Chicago, con la serie ferma sul 2-1 per Houston che questa sera alle 20 ore italiane cercherà di sfruttare il secondo match-point dopo quello buttato con la sconfitta nel primo match giocato nel South Side lo scorso 10 ottobre.

La notte scorsa si sono giocate anche le gare3 delle Division Series di National League, con entrambe le serie ferme sull’1-1. Ad Atlanta i Braves, che in stagione regolare non hanno particolarmente brillato in casa chiudendo con un record di 42 vittorie e 38 sconfitte, hanno affrontato i Brewers, che invece in questo campionato hanno ottenuto il record di franchigia di vittorie in trasferta (50, con 31 sconfitte). A determinare la vittoria dei padroni di casa il fuoricampo da 3 punti realizzato da Joc Pederson e la prestazione super del partente Ian Anderson che in 5 inning lanciati ha messo insieme 6 strike-out concedendo appena 3 valide senza punti. Con la prestazione della notte scorsa il 23enne ha messo insieme un record di 3-0 con una media PGL di 0.76 in cinque partenze di postseason in carriera. Adesso ai Braves basta una vittoria e questa sera alle 23.15 ore italiane è prevista una gara4 di cui ancora non sono noti i partenti.

Ma la serie più attesa e più seguita di queste Division Series è quella tutta californiana, tutta dentro la West Division di NL, tra i Dodgers, 106 vittorie in regular season, ed i Giants, 107, le due franchigie che hanno vinto più di tutti in stagione regolare. Dopo un intero campionato nel quale San Francisco ha avuto un piccolo vantaggio in più, per la prima volta l’inerzia sembra essersi spostata verso Los Angeles che la notte scorsa esordiva nella serie in casa, forte del 9-2 ottenuto a “Frisco” con cui aveva pareggiato la serie. Sul monte di lancio si sono affrontati Max Scherzer per i padroni di casa, che non aveva mai perso da quando era approdato alla sua nuova squadra a metà stagione, ed Alex Wood per gli ospiti, uno dei protagonisti della vittoria delle World Series dei Dodgers della scorsa stagione. Ad avere la meglio alla fine sono stati i Giants ai quali è bastato il fuoricampo da 1 punto di Evan Longoria al quinto inning per interrompere la striscia di 16 vittorie consecutive in casa in gare di post-season. Stasera si replica con gara-4 nella quale San Francisco tenterà di sfruttare il primo dei due match-point a disposizione per chiudere la pratica. Sul monte salirà Anthony DeSclafani per gli ospiti, mentre i Dodgers, che sono ad una sconfitta dall’eliminazione, non hanno ancora comunicato il loro partente.

 

Informazioni su Andrea Tolla 515 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.