Ufficiale, Tiago Da Silva a San Marino

E’ tornato sul Titano il pitcher dei quattro scudetti, pronto per le finali tricolori contro la Fortitudo Bologna

Lauro Bassani (PhotoBass.eu)
Tiago Da Silva, quattro scudetti con San Marino
© Lauro Bassani (PhotoBass.eu)

La notizia era diventata un po’ il “segreto di Pulcinella”. Da quando, il 18 luglio scorso, sui profili social di Tiago Da Silva, era apparsa la sua foto in casacca San Marino con la scritta “porque no”. Già, perché non tornare laddove lo aspettavano a braccia aperte, perchè sarà pure un caso, ma dal 2013, da quando Tiago ha lasciato il Titano, la bacheca del San Marino conta “solo” una Coppa Campioni nel 2014. Il 36enne pitcher di San Paolo, sbarcato in Italia nel 2005 a Redipuglia e giunto a San Marino dopo l’esperienza a Marina di Ravenna (arrivato come interbase), ha vinto 4 scudetti con la squadra della Repubblica, una Coppa Campioni e una Coppa Italia.

Le sue prestazioni di altissimo livello hanno “impedito” a San Marino di trattenerlo nel nostro campionato e così nel 2014 ha iniziato la carriera Oltreoceano, alternandosi tra Lega Venezuelana e Triplo A Messicano. Il suo girovagare è durato fino al 2017 quando si è stabilizzato ai Generales de Durango dove ha terminato il campionato pochi giorni fa prima di imbarcarsi per l’Italia.

Logico che Tiago rappresenta il valore aggiunto per San Marino in vista delle finali scudetto che cominciano giovedì. E altrettanto logico che sarà lui il pitcher partente dei biancazzurri in garadue e garaquattro, entrambe sul diamante di San Marino. “Sono emozionato a tornare in un posto dove ho lasciato tanti amici e torno per vincere il quinto scudetto, mio e della società” sono state le prime parole del pitcher italo-brasiliano.

Tiago, è bene ricordarlo, ha dato parecchio anche alla nazionale italiana, vincendo gli Europei del 2010 e 2012 e partecipando a due edizioni del Classic. Avrebbe pure fatto comodo agli azzurri in vista degli Europei, ma litigi passati evidentemente mai risolti, impediscono a Tiago di indossare nuovamente la casacca dell’Italia.

 

Informazioni su Carlo Ravegnani 202 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.