Philadelphia sorpassa New York

Lo sweep sui Mets consente ai Phillies di afferrare il primo posto nella East Division della National League. Tra Covid e infortuni il monte di lancio di New York si sta assottigliando pericolosamrnte, anche se per ora il roster tiene

Wikipedia
Il Citizens Bank Park all'interno del dentro del South Philadelphia Sports Complex
© Wikipedia

Nella National League la notizia più eclatante è la momentanea abdicazione dei Mets che lasciano la vetta della East Division nelle man dei Phillies. Philadelphia, dopo aver swippato i Nationals a Washington in una serie da 4 hanno riservato lo stesso trattamento nello scontro diretto da 3 contro i Mets in casa che ha per l’appunto ne ha determinato il sorpasso in classifica. Il neo-acquisto Kyle Gibson, arrivato dai Ranges, ha regalato due partenza di livello assoluto a Philadelphia su altrettante apparizioni sul monte, e così nonostante le assenza dei due slugger con il maggior numero di fuoricampo di Philadelphia, Rhys Hoskins (20 “homer”), ed Andrew McCutchen (24), i Phillies hanno ottenuto il meglio dalla serie approfittando anche del pessimo momento dei Mets capaci di vincere solo 2 delle ultime 10 partite ed in evidente crisi di risultati da quando Jacob DeGrom è stato messo per l‘ennesima volta in lista infortunati lo scorso 31 luglio. I “Metropolitans” sono stati sorpassati anche da Atlanta che ora sono al secondo posto a -2 dalla vetta dopo lo sweep inflitto ai Cardinals a St.Louis a cui è seguita la vittoria per 2-1 nella serie da 3 in casa contro i Nationals.

Nella West Division continua il dominio dei Giants che, puntellato l’attacco con l’innesto di Kris Bryant, vincono 2-1 la serie interna contro Huston e poi si impongono 3 volte su quattro in Arizona prima di battezzare anche i Brewers a Milwaukee per 2 vittorie a una. San Francisco con 71 vittorie e 41 sconfitte ha il miglior record della MLB ed è l’unica franchigia ad aver raggiunto le 70 vittorie. Dietro di loro i Dodgers a -4 ed i Padres a -7 tengono il passo e soprattutto mantengono rispettivamente il primo ed il secondo slot nella classifica di Wild Card di National League con la terza, i Cincinnati Reds a -3.5 da San Diego.
A proposto d Reds, nella Central Division di NL Cincinnati, pur tenendo il secondo posto nel girone è a -5.5 dai Milwauee Brewers, primi in un girone dove non sembrano esserci franchigie in grado di contrastarne lo strapotere. Il monte di lancio dei Crew sta aiutando la squadra ad avere prestazioni di livello. Terza nel numero di strike-out prodotti (1119), e secondi nella media ERA di tutta la MLB (3.31) i Brewers pur essendo stati sconfitti nella serie interna contro i Giants non sembrano avere grandi difficoltà nel girone.

Il Covid-19 si abbatte sui New York Yankees. Nel giro di pochi giorni il catcher Gary Sanchez ed il prima base Anthony Rizzo si sono aggiunti ai lanciatori Jordan Montgomery, Wandy Peralta e Gerrit Cole. Il monte di lancio in particolare preoccupa New York perché queste ultime tre defezioni si sommano agli infortuni dei partenti Corey Kluber e Domingo German, in lista infortuni dallo scorso 3 agosto, Luis Severino, dal 9 agosto, e del closer Aroldis Chapman, infortunatosi lo scorso 7 agosto. Questo per citare solo le defezioni di questo mese. Nonostante ciò comunque il roster tiene e gli innesti di Joey Gallo ed Anthony Rizzo negli Yankees hanno dato la sensazione della mossa più produttiva del mercato appena concluso. Dal 30 luglio, giorno di chiusura del mercato della MLB, i “Bronx Bombers” hanno messo insieme 8 vittorie e 2 sconfitte. Pur non affrontando squadre di primissimo piano (Miami in trasferta, poi Baltimore e Seattle in casa ed ora la trasferta a Kansas City dove ha vinto gara1), è confortante per il roster di Boone avere trovato una continuità di prestazione che potrebbe sparigliare le carte in un girone dove i Rays continuano ad essere avanti a tutti con 68 vittorie e 44 sconfitte, il miglior record della American League. Dietro di loro i Red Sox sembrano a corto di ossigeno e con sole 2 vittorie nelle ultime 10 si portano a -4 dalla vetta con New York a -6 e Toronto, che condivide lo stesso percorso degli Yankees dalla fine del mercato, a -7. Un divario assolutamente non incolmabile se si considera che mancano ancora più di un mese e mezzo al termine della stagione. Inoltre i Blue Jays e gli Yankees possono dire la loro anche in chiave Wild Card, dove nelle prime quattro posizioni, tre sono occupate proprio da franchigie della East Division di American League. Boston ed Oakland, unica franchigia “estranea al girone” delle prime quattro in classifica, sono appaiate al comando con gli “Yanks” a -2 e Toronto a -3.

A proposito di Oakland l’innesto di Chafin nel bullpen ha dato la solidità ai rilievi pensata durante l’operazione. The Sheriff dallo scorso 28 luglio ha disputato 6 partite lanciando 5.2 inning nei quali ha infilato 7 strike-out senza subire punti contribuendo fattivamente a 5 vittorie, con l’unica sconfitta, quella del 31 luglio contro gli Angels, da attribuire non di certo al monte di lancio (1-0 il finale). La squalifica di Ramon Laureano per 80 turni a causa di una positività al nandrolone è stata una bella tegola per gli A’s che però escono da uno sweep interno ottenuto contro Texas che porta ad 8 il conto delle vittorie nelle ultime 10 gare. Nella West Division di American League il distacco tra Houston e Oakland al momento è di 2 partite a favore dei texani che però al momento sembrano lievemente appannati visto che nello stesso numero di gare di vittorie ne hanno rimediate appena 4.
Nella Central Division prosegue il monologo dei White Sox, che sono reduci dal cappotto inflitto ai Cubs al Wrigley Field nella sfida cittadina di Chicago. Il roster di Tony LaRussa domina incontrastata il girone con un record di 67-46 e gli Indians, che occupano la seconda piazza ad una confortante distanza di 10.5.

Informazioni su Andrea Tolla 532 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.