Olanda fuori dai Giochi, De Blok resta a Puebla

Baseball olimpico senza una squadra europea. Resta in Messico il lanciatore della nazionale orange Tom de Blok che firma un contratto con i Pericos de Puebla. Sfiderà i connazionali Jurrjens e Floranus. Riparte la Hoofdklasse

Milenio.com
Il lanciatore olandese Tom De Blok
© Milenio.com

Per la prima volta nella storia olimpica del baseball, l’Europa non sarà rappresentata ai Giochi. Una squadra del Vecchio Continente era sempre arrivata a Seul, Barcellona, Atlanta, Sidney, Atene e Pechino, ma stavolta Tokyo è irragiungibile. Ad ottenere il pass sono state Giappone, Corea e Israele più paesi del continente americano (Stati Uniti, Messico, Repubblica Dominicana). L’Olanda aveva l’ultima chance per il sesto ticket olimpico, ma i tulipani del manager Hensley Meulens hanno perso tutte e tre gare contro Venezuela e Repubblica Dominicana. E adesso saranno i dominicani ad aprire il torneo olimpico contro i Samurai.

Alla qualificazione olimpica di Puebla, in Messico, la nazionale olandese si era presentata con 13 giocatori della Hoofdklasse, 7 attivi in campionati estere e 6 fuori da ogni competizione. Sono emerse domande da parte di coach e giornalisti olandesi soprattutto per la convocazione dei 6 “free agent”, ma nel torneo di Puebla tutti i giocatori hanno mostrato luci ed ombre. Due lanciatori olandesi hanno fermato gli avversari latinamericani: Tom de Blok (Amsterdam) durante le prime cinque riprese contro i dominicani e Lars Huijer (Bussum) durante tre riprese come rilievo contro i venezuela. In generale l’attacco olandese non ha aiutato la difesa, sopratutto contro il Venezuela (3-9 e 0-10). Solo nella gara contro i dominicani (persa 3-4), gli olandesi hanno recuperato dallo 0-3 pareggio 3-3 nell’ottava e nona ripresa.

Dopo l’amarezza per la mancata qualificazione, in Olanda riparte il campionato. Erano stati 6 i club della Hoofdklasse a riposo durante il torneo pre-olimpico, solo DSS Kinheim e Twins Oosterhout hanno potuto recuperare le gare che erano state rinviate in precedenza. Due vittorie per i Twins (9-0 e 11-0) sono bastate per conquistare il secondo posto nella classifica della Hoofdklasse dopo 18 gare ufficiali: Neptunus al comando con un record di 17-1, Twins 13-5, HCAW Bussum 12-1-5, Pirates Amsterdam 11-1-6, DSS Kinheim 6-12, Pioniers Hoofddorp 6-12, Storks The Hague 4-14, Quick Amersfoort 2-16. Lanciatore vincente della terza gara ad Oosterhout, terminata 11-0, è stato il 21enne italo-olandese Stefan Iannelli, rimasto sul mound per 6 riprese, eliminando 5 uomini al piatto e concedendo 2 basi per balls e 2 singoli. In un’occasione con due basi occupate, i suoi compagni di squadra hanno operato un perfetto triplo gioco partendo dal terza base Diamond Silberie, passando per il seconda base Railison Bentura e infine su Ruendrick Piternella in prima base.

DE BLOK IN MESSICO – Tom de Blok ha firmato un contratto con i Pericos de Puebla, squadra della Lega Mexicana de Beisbol, dopo essere stato sotto osservazione da parte dei loro scout durante le gare pre-olimpiche della Nazionale olandese nel proprio stadio. Tom de Blok sarà il terzo lanciatore olandese nel campionanto messicano vista anche la presenza dell’ex-Major Jair Jurrjens e dell’ex-Serie A2 Wendell Floranus.

Programma 1-3-4 luglio:

Twins Oosterhout-HCAW Bussum, Hoofddorp Pioniers-Amsterdam Pirates, DSS Kinheim-Quick Amersfoort, Neptunus Rotterdam-Storks The Hague.

 

Informazioni su Pim Van Nes 266 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.