Girone E, Macerata di forza tra le elette

Percorso netto per la Hotsand, prima doppietta stagionale per New Rimini

Diego Gasperoni
Nicolò Ioli pitcher partente di New Rimini in garauno
© Diego Gasperoni

Diciamolo pure, la stagione 2020 di Macerata in A1 si era conclusa con qualche difficoltà. Quest’anno i marchigiani invece hanno ripreso alla grande, conquistando il primo posto nel girone E che significa qualificazione matematica alla Poule Scudetto. E l’hanno fatto mostrando un’evidente superiorità nei confronti delle tre rivali che stanno battagliando per conquistare un platonico (in termini crudi, inutile) secondo posto.

Macerata sta trattando tutte le avversarie alla stessa maniera: i primi quattro del line-up indicano la via, i lanciatori collezionano strike-out in serie e dopo i 70 complessivi ottenuti contro Athletics e New Rimini, ne sono arrivati 24 contro Rovigo che per la verità non ha mai mollato ma senza impensierire realmente la capolista.

New Rimini lascia il platonico (si diceva inutile?) fanalino di coda agli Athletics. Già all’andata si era capito che Erba Vita aveva qualcosa di più dei bolognesi e la conferma si è avuta nelle due gare giocate a Riccione dove fatta eccezione per una partenza lanciata dei felsinei, la domenica è stata tutta riminese. La qualità del monte di lancio a disposizione di Mike Romano non si discute, ora il suo line-up dovrà dimostrare di saper battere non sono contro gli Athletics.

Informazioni su Carlo Ravegnani 194 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.