Bentornata NCAA…

Playball per la stagione 2021 con tante incertezze legate alla pandemia da Covid 19 ma con grandi talenti in diamante ed entusiasmo fra gli appassionati. Favorita assoluta per il titolo è senz’altro Florida. Occhi puntati sui nostri paisà

Ballparkdigest
Il nuovo stadio dei Florida Gators
© Ballparkdigest

Al via nel weekend la stagione 2021 del baseball NCAA dopo la più lunga off-season di sempre a causa della pandemia da Covid 19. Non sarà, come è facile immaginare, una stagione come le altre visto soprattutto le incertezze legate a possibili rinvii di gare o sospensioni delle attività sportive. Il baseball NCAA cercherà di seguire l’esempio già tracciato dal football e dal basket che, anche se a fatica, sono riusciti o stanno riuscendo a portare a termine le loro stagioni agonistiche. Il classico calendario ha subito già in partenza alcune modifiche con alcune conference, fra le quali la Big Ten, che hanno diminuito il numero di partite per le loro affiliate ma la voglia di baseball è tanta ed anche se con una presenza di pubblico ridotta, giocatori, allenatori e addetti ai lavori sono carichi per questo 2021 ricco di talenti come non mai.
Favorita assoluta per il titolo è senz’altro Florida che presenta praticamente il gruppo dello scorso anno con alcune aggiunte di giovani di ottima qualità e vuole inaugurare nel migliore dei modi il suo nuovo impianto, il Florida Ballpark, un vero gioiello da far invidia ai più moderni stadi dei College e non solo. Fra i Gators, che nel 2020 prima dello stop erano primi nel Ranking, da segnalare il fantastico trio di lanciatori partenti formato da Tommy Mace, Jack Leftwich ed Hunter Barco senza dimenticare l’esterno centro Jud Fabian da molti ritenuto il miglior position player dell’intera NCAA.
Fra le avversarie più insidiose troviamo certamente UCLA che ad un gruppo di lanciatori affidabili composto da Zach Pettway, Jesse Bergin e Nick Nastrini abbina un lineup molto profondo guidato dall’interbase Matt Mc Lain. Alle spalle dei californiani ci sono Texas Tech e Vanderbilt. I primi presentano un attacco ricco di talento con in evidenza il seconda base Jace Jung ed il ricevitore Braxton Fulford mentre i campioni nazionali del 2019, quindi ancora in carica, si affidano soprattutto alla coppia di partenti formata da Kuman Rocker e Jack Leiter, i due migliori prospetti nel ruolo di lanciatore per il prossimo Draft MLB.
Proseguendo la nostra carrellata delle favorite ci spostiamo nel Mississippi, considerato in questi ultimi anni il regno del baseball NCAA, dove troviamo Mississippi State e Mississippi. I primi presentano grande solidità sia nel line-up con l’esterno centro Tanner Allen e il prima base Josh Hatcher sia sul monte di lancio dove spiccano il mancino Christian Mc Leod e il canadese, di chiare origini italiane, Eric Cerantola.
Ancora più competitivi i loro rivali storici di Mississippi guidati nel dugout da Mike Bianco e sul mound da un solido trio di partenti composto da Doug Nikhazy, Gunnar Hoglund e Derek Diamond. Anche l’attacco dei Rebels non scherza visto che lo scorso anno, fino alla sospensione della stagione, viaggiava a quasi 10 punti a partita trascinato dal ricevitore Hayden Dunhurst.
Fra le possibili outsider troviamo Virginia con l’esterno centro Chris Newell e il forte battitore di origini italiane Brendan Rivoli, la sempre competitiva Louisville con la sua stella il terza base Alex Binelas e le tre grandi storiche del baseball NCAA come Florida State, Lsu e Miami quest’ultima trascinata dal ricevitore Adrian Del Castillo, sicuramente fra le primissime scelte nel prossimo Draft MLB. Proprio Miami sarà protagonista dell’inizio della stagione 2021 andando a sfidare nel trittico di apertura i rivali storici di Florida sul diamante del nuovo Florida Ballpark. Quasi in contemporanea nello splendido stadio, con tetto scorrevole, dei Texas Rangers il “Globe Life Field” andrà in scena, in barba alle condizioni meteo proibitive degli ultimi giorni, lo State Farm College Baseball Showcase un mini torneo con 6 partecipanti di lusso come Texas, Texas Tech, Mississippi, Arkansa, Mississippi State e Texas Christian sicuramente il modo migliore per cominciare la nuova stagione.
In chiusura segnaliamo come un altro giovane talento del batti e corri italiano, Tommaso Giarola, cresciuto nel Grizzlies Torino ha iniziato positivamente la sua stagione 2021 al Frontier Community College annunciando come da agosto continuerà la sua avventura in NCAA, in Division II, con Eastern New Mexico. Restando in argomento meritano una citazione Giulio Monello e Daniel Monti che si stanno ben comportando nell’inizio difficoltoso di stagione dei Wranglers di Odessa College, fermati nell’ultimo weekend dal forte maltempo che ha colpito il Texas.

 

Andrea Palmia
Informazioni su Andrea Palmia 113 Articoli
Andrea Palmia è nato a Bologna il 4 aprile 1968 e vive nel capoluogo emiliano con la moglie Aurora e la figlia Lucia di due anni. Laureato in Pedagogia con una tesi sperimentale sui gruppi ultras, lavora dal 1995 come educatore professionale con utenti disabili mentali e fisici. Appassionato di sport in genere ed in particolare di quelli americani, ha sempre avuto come sogno nel cassetto quello di fare il giornalista sportivo. Dal baseball giocato nel cortile del condominio con una mazza scolorita alle partite allo stadio Gianni Falchi con i fuoricampo di Roberto Bianchi e Pete Rovezzi, il passo è stato breve. Fortitudino nel DNA, nutre una passione irrazionale per i "perdenti" o meglio per le storie sportive "tormentate" fatte di pochi alti e di molti bassi.