San Marino s’arrende al Parma, ma la lotta per il primato è apertissima

Le due regine continuano a duellare per la vittoria della regular season. Bologna espugna due volte lo stadio di Macerata, i ragazzi di Chiarini firmano due shutout, poi s’arrendono al grande slam di Sambucci. Godo balza al quarto posto vincendo la serie con Collecchio

PhotoBass
Il lanciatore Alessandro Maestri ha collezionato il quinto successo del 2020
© PhotoBass

Sarà un finale di regular season da vivere intensamente. A nove partite dal termine (recuperi esclusi) Bologna e San Marino continuano ad essere divise solo da una sconfitta, quella che i Titani hanno rimediato sabato notte in gara3  contro il Parma dopo aver chiuso con un bottino di undici valide contro le cinque degli emiliani. Tra queste cinque hit, però, c’è anche il grande slam di Alex Sambucci, che ha risolto il confronto al 6°, con le  basi caricate da otto ball di Kourtis e da un errore difensivo. Quella lunga battuta ha di fatto salvato il fine settimana del team guidato da Gianguido Poma, dopo due successi sammarinesi negli incontri di mercoledì e venerdì. Il Parma Clima sorride anche per la prima salvezza in carriera di Francesco Pomponi, uno dei ragazzi più in vista.

Iniziata con un botta e risposta sull’ammissione del San Marino in Coppa Campioni (il segretario Stefano Macina ha risposto ad un articolo apparso sul sito ducale), la sfida sul campo è stata bellissima: a decidere gara1 hanno pensato Celli, con il sesto fuoricampo stagionale, battuto al 4°, e i lanciatori Solbach (vincente con 2bv in 5rl) e Kourtis (3so in 2rl), che hanno vanificato il lavoro di Luis Lugo (2bs-7so). Shutout e gara completa in garadue per uno straordinario Alessandro Maestri (5-0, 0.47 e 42so in questo scorcio di stagione), che ha sorretto la squadra dopo i doppi decisivi di Caseres al 4° e al 6°.

In vetta alla serie A1 rimane dunque Bologna, che ha fatto doppietta sul diamante dell’Hotsand Macerata. Nella gara pomeridiana vinta da Bocchi (5-1) i campioni d’Italia hanno fatto fruttare maggiormente le otto valide rispetto ai marchigiani (battendo anche un hr da 2p. con Didder, il più produttivo a 3/4 con 3pbc) chiudendo i conti tra il 5° e il 7° con 5 punti, dopo l’1-1 al 3° che ha sbloccato il risultato. L’Unipol ha fatto il bis con una one-hit combina nel match in notturna: Brolo Gouvea ha firmato la terza vittoria con una no-hit su 5 riprese e 9so, mentre i compagni hanno dato il via al successo con tre punti al primo, allungando poi con la valida di Astorri al 4°, il doppio di Dobboleta e il singolo di Russo al 6°. Altre tre valide, che portano il totale a sei per Didder.

La seconda di ritorno è stata caratterizzata anche dalla doppietta del Godo, che ha scavalcato in classifica il Collecchio (5 vittorie a 4) dopo aver perso gara1. Al nove di Marcello Saccardi mercoledì è bastato un secondo inning da 2 punti, alla luce delle prove di Santana (v., 3bv-3so) e Fabiani (s., 0bv-5so in 2rl).

Il Godo non s’è perso d’animo e ha costruito la rimonta in trasferta. Gara2 s’è decisa con i 6 punti ospiti al 7°, che hanno potuto contare sulla buona vena di Tanesini, Fuzzi e Meriggi in attacco e di Matteo Galeotti (7bv-10so) sulla collinetta. Garatre è iniziata sotto il segno del Collecchio, con due segnature al 1°, ma 4 punti al 5° e l’homer di Meriggi al 6° hanno cambiato le carte in tavola per merito dei pitcher Piumatti (5bv-6so) e Brezzo. 

I LEADER DI SERIE A1

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 437 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.