L’Hotsand batte Collecchio e riporta Macerata in A1 dopo trent’anni

Il nove di Francesco Aluffi ha conquistato la promozione al termine di quattro incontri. Gli emiliani hanno lottato ma alla fine si sono dovuti arrendere ai locali, partiti dal secondo posto nel girone B

Macerata Angels
L'Hotsand Macerata festeggia la promozione in serie A1
© Macerata Angels

L’Hotsand Macerata chiude la finale playoff con il Camec Collecchio in quattro partite e sale in serie A1. Una promozione storica per gli Angels allenati da Francesco Aluffi, che riportano la città marchigiana nella massima serie a distanza di trent’anni dall’ultima partecipazione, nel 1990.

Macerata, seconda classificata nel girone C della regular season proprio dietro al Collecchio di Meo Saccardi, è riuscito a vincere il campionato di serie A2 dopo aver superato anche Bollate nel quarti di finale e Nettuno 2 in semifinale.

Il trionfo è arrivato dopo aver sfruttato a dovere le prime due partite di ritorno della finale, al termine di diciotto inning di ottimo livello.

In gara3, dopo tre inning dominati dai partenti Fracchiolla e Santana,  sono stati gli emiliani a passare in vantaggio con un singolo di Benetti. Immediata la replica di Batista con un solo homer nella parte bassa del 4°. L’Hotsand fugge via al 6° con una battuta in diamante di Lopez e con un singolo di Serrani. Al 7° accorcia Collecchio, ma al cambio di campo i locali chiudono i conti con tre punti: singolo da due di Batista (3/4, 3pbc) e singolo di Lopez.

Più equilibrata gara4, con il Collecchio che si è arreso nell’ultimo terzo di gara dopo essere arrivato sul 5-2 fino alla parte alta del quarto attacco. Gli emiliani si sono portati sul 2-0 al 2° con un lancio pazzo che ha permesso a Battioni di andare a casa e con una grande rubata di Lori. Il doppio di Carrera e il singolo di Bess  al 3° permettono a Macerata di portarsi sul 2-2, ma al 4° il doppio di Mantovani porta a casa tre punti per il Collecchio. La rimonta che porta il Macerata in serie A1 parte al 4° con il fuoricampo da un punto di Morresi. La battuta di Bess e ll singolo di Splendiani pareggiano i conti. Il finale è tutto marchigiano, con due punti al 6° e uno all’ottavo che danno il via ad festa attesa dodici mesi, dopo la sconfitta alla quinta partita nella finale contro Godo.

Gara3 . Macerata-Collecchio 6-2. Punti, Collecchio 000.100.100: 2 (4bv-1e); Macerata 000.102.300: 6 (7bv-1e). Lanc.: v. Fracchiolla (4bv-9s0), p. Santana, s. Quattrini. Hr: Batista (1p. al 4°)

Gara4: Macerata-Collecchio 8-5. Punti, Collecchio 020.300.000. 5 (5bv-4e); Macerata 002.122.01x. 8 (12bv-2e). Lanc.: v. Jimenez, p. Acerbi. Hr: Morresi 1p. al 4°

Finale playoff A2: Hotsand Macerata-Camec Collecchio 3-1 (6-7, 7-6, 6-2, 8-5).

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 360 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.