Rob Cordemans è sempre lui!

L’eterno lanciatore olandese – classe 1974 – ha guidato ancora una volta i suoi alla vittoria. Spagna sconfitta 6 a 2. Doppio fondamentale di Decaster. Salvezza per Sulbaran

WBSC
Rob Cordemans
© WBSC

Con il buon “vecchio” Rob Cordemans – 45 anni a ottobre – a farsi i primi cinque inning sul monte (69 lanci, 47 strike, 3 valide concesse, 1 sola fino al 4°), il Regno dei Paesi Bassi vince 6 a 2 sulla Spagna e prova a restare in gioco.
Gli olandesi sono andati in vantaggio – 3 a 0 – al 2° e non sono stati più ripresi. Con il primo battitore , Clementina, colpito da Sacramento, hanno giocato di bunt, prima con Shoop e dopo con Polonius, e hanno trovato ad aiutare la seconda valida su smorzata l’errore del terza base iberico Leo Rodriguez a portare al terzo punto, dopo i due battuti a casa dal doppio di Decaster.

WBSC
Yurendell Decaster (foto: WBSC)

La Spagna si è trovata a dover fare i conti anche con tre doppie eliminazioni subite, e sono rimasti con un unico punto sul tabellone fino al 9°. Si è trovata pure con il suo primo rilievo, Cruz, costretto ad uscire per problemi alla gamba sinistra, al 5°, mentre lanciava sul secondo uomo che affrontava. Una giustificazione parziale perché i giallorossi di Sojo non hanno mai dato l’impressione di poter puntare al risultato, anche col punto segnato al 5° con due singoli di Galvan e Jesus Martinez e la volata di Leo Rodriguez.
Anzi è stata l’Olanda a mettersi al 7° fuori portata, arrivando al 5 a 1, mentre Ochoa guardava quasi disperato dugout e bullpen mentre riceveva gli ultimi lanci di Perez. Eppure, sull’1 a 6 (singoli in successione di Decaster r Kemp, bunt di Polonius, volata di sacrificio di Smith, all’8°, su Nacar), gli spagnoli ci hanno sperato ancora. Al 9°, contro Huijer, hanno trovato l’errore di Shoop su Angulo, il singolo di Ustariz e il doppio di Jesus Martinez, per il 2 a 6. Quindi con corridori in terza e seconda la valida fortunosa di Leo Rodriguez a riempire i cuscini. A risolvere la situazione per gli arancioni ha pensato Sulbaran, lasciando al piatto Monzon e facendo battere al volo Valerio.

Il tabellino

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 744 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.