Qualificazione olimpica, l’Olanda parte con il piede giusto

Lauro Bassani
L'Olanda festeggia la vittoria contro la Repubblica Ceca

L’Olanda parte con il piede giusto nel torneo di qualificazione Olimpica aperto oggi a Parma, battendo (4-1) la Repubblica Ceca che non ha saputo sfruttare il maggior numero di valide battute (9 contro 8), ha lasciato più uomini in base e ha commesso un errore, soprattutto ha visto 7 uomini eliminati al piatto dal partente (e vincente) olandese, Yntema, in 8 riprese lanciate. I primi tre del line up ceco sono rimasti K al primo inning, ad esempio, mentre i Paesi Bassi hanno segnato subito: singolo di Daal che approfitta di una difesa poco attenta e viene spinto a casa su una battuta in diamante di Bernardina.

La seconda ripresa della Repubblica Ceca si apre con un altro K, poi c’è un doppio ma la linea presa al volo del battitore successivo sul seconda base “inganna” il corridore e l’Olanda chiude un doppio gioco. Al terzo inning i cechi portano due uomini in base con altrettante valide ma la difesa fa buona guardia, mentre nell’attacco successivo arriva il punto del pareggio grazie a tre valide di fila. L’Olanda non si scompone, anzi, e nella su fase in battuta, al quarto inning, con due fuori Rifaela spedisce la pallina oltre la recinzione a destra. Il solo homer dell’esterno sinistro vale il 2-1.

Olandesi che allungano al quinto: un doppio, un singolo, l’eliminazione a casa base del corridore olandese, poi un bunt e Polonius che spinge a casa i punti del 4-1. Il lanciatore olandese non concede più nulla, salvo un doppio con un out all’ottava ripresa. Al nono entra Kelly per la “salvezza”, subisce un singolo, ma una battuta in doppio gioco e un out al volo consegnano la vittoria all’Olanda. Nel box per i vincitori oltre il citato fuoricampo da segnalare il 2 su 4 dell’esterno centro Bernardina e del Dh Kemp, mentre per gli sconfitti (lanciatore perdente Satoria) il 2 su 4 del prima base Cèch e del terza base Cervinka