“Boom boom” Poma: 16 a 2 sulla Francia

L’esterno azzurro stende quasi da solo i transalpini con un fuoricampo, 6 valide su 6 turni e 5 punti battuti a casa. I I “galletti” reggono per cinque riprese poi si arrendono. Solo homer di Celli a cominciare

Lauro Bassani - PhotoBass
Sebastiano Poma
© Lauro Bassani - PhotoBass

Non comincia per niente male l’Europeo in Germania per l’Italia. Un 16 a 2 con la Francia può essere un ottimo viatico, visto anche come si sono evolute le altre partite della prima giornata (Gran Bretagna–Olanda a parte), prima di vedere Svezia–Germania di stasera.

Fatti conti con la pioggia, per gli azzurri “un risultato”, quanto “buon” sarà il proseguimento a dirlo. Alex Maestri contro Keino Perez. Colabelleo in prima, Vaglio in seconda, Andrew Maggi in terza, Epifano shortstop, esterni Poma, Celli e Koutsoyanopulos, Mineo a ricevere e Mazzanti designato, questa la formazione schierata da Gibo Gerali.

Prima valida al 2°, di Poma, senza seguito. Francia in base su errore di Epifano e tutti salvi sul tocco di Boucheron più errore di Vaglio ma out Hanvi in seconda, con Dagneau terzo fuori.

Maggi al 3° arriva fino in seconda grazie a un esterno sinistro che fa cadere dal guanto del dell’interbase la palla dell’eliminazione. Vaglio colpito. Singolo a sinistra di Colabello (3 su 6 alla fine) e vantaggio. Fuori Mazzanti al volo, e battuta in doppio gioco di Mineo. E’ 1 a 0 a metà 3°. La Francia arriva in seconda, ma l’inning finisce senza altri sussulti.

EzR/NADOC
Federico Celli (EzR/NADOC – FIBS)

Celli solo homer da lead off del 4°, imitato back to back da Poma. Singolo Epifano, poi tre out, dopo il colpito su Koutsoyanopulos: 3 a 0. Fuoricampo senza compagni in base anche per Paz, che toglie lo zero dal tabellone dei francesi. Quindi singolo di Hanvi, in seconda sulla battuta in diamante di Duforest e in terza su lancio pazzo, 6-3 su Boucheron e la Francia è a un solo punto, con Maestri a 51 lanci.

Perez invece è a 68 lanci quando inizia il 5°. Non c’è l’interbase Lefevre sulla “volatina” di Mazzanti, base a Mineo, quella lunga di Celli porta il designato azzurro in terza, Poma capitalizza con una battuta sul pitcher, a cui non riesce il tentativo di out a casa base: 4-2, prima del buon out del seconda base.
E piove a metà 5°, che Dio la manda.
Alla ripresa dopo la, lunga, sistemazione del campo, l’esordio in azzurro del mancino Mike Johnson, al posto di Maestri. Strikeout, colpito, pick off a filo, strikeout, F6.
Per la Francia sale in pedana Vaugelade. Doppio gioco al 6° su Vaglio con Drew Maggi in prima per singolo. Valida Colabello, idem Mazzanti, base a Mineo dopo un’ottima difesa del piatto, colpito e punto automatico battuto a casa per Celli. Singolo da 2 punti di Poma che con l’aiuto di un errore francese porta all’8 a 2.
Fine.

Su Moore, Epifano, con la mazza fa 9 a 2. Batte anche Koutsoyanopulos. Ma Maggi non riesce a trovare la sesta battuta buona del turno e il parziale non cambia. Ma è di totale sicurezza.
E’ 10 a 2 invece all’8°: doppio Poma (6 su 6 con 5 punti battuti a casa!), singolo Reginato (entrato per Epifano), scelta difesa per Koutsoyanopulos. Difeso ottimamente da Bassani. E al giro successivo i 6 punti che mettono definitivamente la lapide sulla partita, con sei valide (doppi di Mineo e Koutsoyanopulos), più 3 basi gratis e un errore. A chiudere Pugliese, con una grounder e due al piatto.

Domani, alle 16, c’è la Croazia.

Il tabellino

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 744 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.