Rientra lo sciopero, il Nettuno Baseball City partirà per Parma

L’emergenza del City pare essere risolta. Ieri incontro a Nettuno tra Simone Pillisio, il Sindaco Coppola e i dirigenti della formazione nettunese

Fulvio Vecchiarelli Nettuno Baseball City
I giocatori del City al termine di gara1 di venerdì scorso
© Fulvio Vecchiarelli Nettuno Baseball City

Il Nettuno Baseball City partirà per Parma a ranghi compatti. L’emergenza delle ultime settimane sembrerebbe, il condizionale è quanto mai d’obbligo, rientrata. Ieri Simone Pillisio sarebbe stato avvistato a Nettuno dove dovrebbe aver incontrato sia il Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola, sceso in campo per farsi da garante di una situazione divenuta esplosiva con lo sciopero dei giocatori di venerdì scorso che ha messo a rischio gara1 contro Bologna, che la dirigenza del City e i giocatori. Un incontro che sembra essere stato chiarificatore e che potrebbe aver messo fine ai tumulti societari. In “soccorso” sarebbero arrivati anche nuovi sponsor grazie all’impegno della dirigenza del City che è riuscita a mantenere la barra dritta in questa tempesta che si è abbattuta su Nettuno. Parallelamente, poi, sarebbe stato avviato anche un dialogo tra le varie anime del baseball nettunese: Fortini da una parte e dirigenza del City dall’altra. Tutto questo è servito, dunque, a riaprire un canale di comunicazione tra i vari attori del movimento locale che starebbero ragionando per arrivare ad un accordo duraturo con il fine ultimo di unire le forze per la prossima stagione. Un dialogo che, sebbene al momento, sarebbe solo alle battute iniziali, rumors lo darebbero già per definito.
Intanto il primo passo per il baseball nettunese è che si giochi domani a Parma, il secondo sarà quello di finire il campionato e poi inizierà il lavoro in vista della stagione 2020.

Commenta per primo

Lascia un commento