-3 al termine, bagarre dietro Bologna (che riposa)

Il clou della quinta di ritorno è Parma-Nettuno con i tirrenici, “senza pace” ma miglior attacco della serie A1, che salgono in Emilia per difendere il secondo posto. Anche San Marino ambisce alla piazza d’onore e visita Castenaso. Mentre i Rangers giocano “in casa” a Godo

Lauro Bassani - PhotoBass
Pirvu-Polonius
© Lauro Bassani - PhotoBass

I campioni d’Italia e d’Europa si godono il meritato riposo. Primo posto acquisito con 17 vittorie su 20 gare disputate e con la qualificazione ai playoff in tasca, l’UnipolSai Bologna osserva con interesse quanto succede alle proprie spalle. -3 dalla fine della regular season, 6 partite 6 ancora da giocare. Dietro i felsinei si lotta. Per il secondo posto, ma non solo. Nel mirino l’accesso alla seconda fase, quella che vale una stagione intera.

Riflettori accesi per la quinta di ritorno della serie A1 su Parma dove sale il Sipro Nettuno City che non trova pace. I tirrenici di Villalobos, chiacchiere a parte, guardano i ducali dall’alto con due partite di vantaggio e sono ancora il miglior attacco del campionato (.317). Resta amleticamente la domanda su quale squadra scenderà sul diamante del “Nino Cavalli” per il doppio scontro diretto col Parma Clima che Poma potrà finalmente avere al gran completo. Partente venerdì sera alle 21 Erly Casanova (2-2 con 44 strike-out su 42 riprese lanciate), sabato sera prima palla a Mattia Aldegheri chiamato alla riscossa. Due sfide attese soprattutto per gli emiliani, attualmente quarti in classifica. Con un duplice scopo. Seconda piazza e playoff. Mica poco.

E poi c’è anche il San Marino in corsa per un posto al sole. La squadra di Chiarini deve però prendere l’Autovia per Castenaso e ingranare di nuovo la marcia giusta dopo la striscia di 3 sconfitte consecutive. Domani sera (playball ore 20.30) rientra Carlos Quevedo per rafforzare il suo record di 5-2 e incrementare i K (61 in 45.2 riprese) anche se non avrà affatto vita facile contro il venezuelano Lopez, altro osso duro del monte (70 strike-ou all’attivo, secondo solo a Ribero). Su versante italiano c’è l’inossidabile Maestri (49.1 riprese lanciate) che sfida il mound emiliano ancora a secco di vittorie in questa stagione 2019.

Ultima, ma non ultima, la sfida tra Redipuglia e Godo. I Rangers saranno squadra di casa per il double-header di sabato allo stadio “Antonio Casadio” vista l’indisponibilità del “Gaspardis” di Ronchi e in attesa della conclusione dei lavori di ristrutturazione sul proprio impianto (nuovo impianto luci in arrivo). La squadra di Pantoja, con il tridente Martini-Contreras-Hidalgo, accarezza ancora il sogno playoff, ma occorre determinazione e concentrazione per non perdere contatto con il gruppetto di testa. Jose Escalona e Matthias Zotti come punti forza da cui partire per cercare di sgambettare un Godo che, pur penultimo, lotta gagliardamente e non si presenterà in campo affatto remissivo.

 

Filippo Fantasia
Informazioni su Filippo Fantasia 636 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.