Bologna-San Marino, sfida al vertice

Lauro Bassani (Photobass)
Jarreau Martina

È scontro al vertice nella prima di ritorno del campionato di Serie A1. San Marino e Bologna, seconda e prima, si sfidano nuovamente dopo che nei primi due match della stagione 2019 a imporsi erano stati i felsinei dopo due partite molto equilibrate. I Titani sono reduci da sette vittorie nelle ultime otto gare: nello stesso periodo temporale solo l’UnipolSai ha avuto lo stesso rendimento. La stessa Fortitudo è prima in virtù della doppietta dell’andata e dell’unico ko in stagione, quello del 30 maggio a Godo. 11 successi e 1 sconfitta per Bologna, 8-4 il bilancio di San Marino. Si gioca al “Gianni Falchi” di Bologna domani, venerdì 14 luglio, con playball alle 20. Gara2 sul diamante di Serravalle dopodomani, sabato 15, alle 19.30.

Bologna è reduce da un inizio di stagione praticamente perfetto, col primo posto in campionato al quale si è aggiunta la vittoria in Champions Cup della scorsa settimana. Nella manifestazione ospitata in casa, la squadra di Frignani ha superato in finale Amsterdam 8-0, con 14 valide (in sei ne hanno toccate due) e l’eccellente prestazione da partente di Raul Rivero. Lo stesso Rivero non è certo una sorpresa nemmeno in ambito italiano: in questo campionato, il venezuelano è il partente designato e fin qui ha fatto registrare 2 vittorie e 0 sconfitte, con una media punti guadagnati su di lui di 1.42 e 42 strike-out in 25.1 inning. Pericolo pubblico numero uno di un monte straniero che può pescare anche Noguera (2-1, 3.86) e Brolo Gouvea (1-0 e 3 salvezze, 3.95). Tra gli italiani il partente è Andrea Pizziconi (1-0, 4.91), aiutato a livello di rilievi da Bassani (3.0, 2.25) e Scotti (2-0, 2.61).

In battuta, dopo il 6/13 del catcher Martina, il migliore è l’ex di turno, vale a dire Ferrini, che al .366 di media aggiunge un doppio, un triplo, un fuoricampo e 10 punti battuti a casa. Sopra quota .300 ci sono anche Leonora (.340), Kindelan (3/9), Polonius (.324) e Vaglio (.309). Un soffio sotto Fuzzi (.294) e Nosti (.275). Un cliente tradizionalmente complicato da affrontare è anche Osman Marval, che attualmente batte 205 (9/44) ma che non può essere ovviamente sottovalutato.

LE DUE GARE DEL GIRONE D’ANDATA – Come accaduto poi per tutto il girone d’andata, anche nelle due sfide con la Fortitudo, Albanese e compagni hanno battuto alla pari o meglio degli avversari. 4-5 a Serravalle con 6 valide a 3 per San Marino (2 valide di Flores e Giordani, 3 basi ball a Romero), 3-1 bolognese con 7 valide per parte (3/4 di Di Fabio e 2/3 di Celli) nella sfida del “Falchi”.