Parma Clima e Unipolsai anticipano in vista della Coppa Campioni

Bolognesi due volte a Godo senza Rivero, squalificato per due giornate. Guido Poma e Frignani conteranno i lanci, contro Autovia e Goti

Lauro Bassani - PhotoBass
L'espulsione di Rivero in Castenaso - Fortitudo
© Lauro Bassani - PhotoBass

Qui Parma
Il Giro d’Italia del Parma Clima torna finalmente a fare tappa al Nino Cavalli. Zileri e soci torneranno ad esibirsi sul palco di casa domani sera alle 20.30 contro l’Autovia. Nella gara di domani sarà possibile utilizzare i lanciatori stranieri e comunitari mentre la replica, prevista venerdì a Castenaso, sarà riservata ai lanciatori di formazione italiana.

Lauro Bassani - PhotoBass
Gianguido Poma (Lauro Bassani – PhotoBass)

L’anticipo di un giorno rispetto al calendario originale è dovuto all’ormai imminente inizio dell’European Cup, che vedrà tra le otto protagoniste anche il Parma Clima.
In vista dell’impegno continentale Guido Poma dovrà dosare con attenzione le forze a disposizione, soprattutto sul monte di lancio.
“Giocheremo con l’evidente obiettivo di vincere per mantenere un fondamentale secondo posto, ma non tireremo il collo a nessuno dei nostri lanciatori”, afferma lo skipper ducale. “Inizieremo la partita con Casanova sul monte di lancio affidandogli un preciso numero di lanci: se gli permetteranno di arrivare al quarto o al quinto inning lo sapremo soltanto giovedì sera. E’ del tutto evidente che anche Habeck ed Ozanich avranno un ruolo importante nello svolgimento dell’incontro”.
Venerdì sera il confronto sul monte di lancio sarà invece tra Mattia Aldegheri, alla ricerca di un immediato riscatto dopo l’opaca prova di Nettuno, e l’ex Padova Diego Fabiani, vanamente corteggiato dal Parma Clima nel corso del mercato invernale.
Per l’occasione il manager del Parma Clima potrà contare su una rosa quasi al completo. “Paolini avverte soltanto un piccolo fastidio al polso quando gira la mazza mentre Gradali e Sambucci sono ormai recuperati al cento per cento. L’unico dubbio rimane sulla presenza di Leo Zileri che ha ripreso a correre solo da pochi giorni: nella logica di dare spazio a tutti i giocatori del roster mantenendo grande attenzione sul risultato potrebbe scendere in campo anche lui in uno dei due incontri”.

Qui Bologna
Anticipo ovviamente anche per i campioni d’Italia e primi in classifica dell’UnipolSai con il Godo. A differenza di quanto previsto tanto garauno quanto garadue si giocheranno nella cittadina romagnola, nell’impossibilità di ripristinare in tempo utile, dopo la pioggia degli ultimi giorni, il Falchi di Bologna.
Tutti a disposizione gli atleti a roster-campionato per la UnipolSai, ad eccezione di Raul Rivero, squalificato per due giornate. In garauno toccherà così ad Antonio Noguera il ruolo di lanciatore partente, mentre è confermato Andrea Pizziconi nella rivincita. L’attività infrasettimanale è stata condizionata come ormai tristemente consueto dal maltempo, che peraltro ha portato all’annullamento dell’amichevole prevista ieri con la Nazionale P.O.. Naturalmente, dice il manager Daniele Frignani, bisognerà tener conto dell’imminente impegno europeo: “… affrontiamo questo weekend pre-coppa e inevitabilmente guarderemo anche a martedì, valutando bene il numero di lanci per i pitcher e le varie rotazioni. Resta l’obiettivo di vincere il weekend contro un Godo che viene da un successo a San Marino, dimostrando che ogni partita di questo campionato è aperta a qualsiasi risultato, nulla è scontato”.
Il Godo, ritornato quest’anno nella massima serie, nella stagione 2018 è stato protagonista di una scelta coraggiosa e lungimirante, affidando a Marco Bortolotti la guida tecnica della squadra che partecipava al campionato di serie A2. Bortolotti, che da poco ha compiuto i 25 anni, è dunque un giovanissimo manager che è cresciuto “baseballisticamente” a Casteldebole, mettendosi in mostra nella Fortitudo giovani, guidando con successo le rappresentative regionali giovanili ed è anche uno dei coach della nazionale under 12.

Commenta per primo

Lascia un commento