L’Unipolsai raddoppia nel derby con l’Autovia

I tripli di Ferrini e Fuzzi e il fuoricampo di Vaglio decidono la partita fra secondo e terzo inning. Al Castenaso non serve battere tre valide in più

Lauro Bassani - PhotoBass
Alessandro Vaglio
© Lauro Bassani - PhotoBass

A differenza di gara-uno, quando il Castenaso è stato a 20 centimetri dalla vittoria (al 9° la battuta di Dreni in foul di un niente poteva essere quella del 4 a 3 per l’Autovia), ieri sera non c’è stata partita. Anche con un’Unipolsai che sul tabellino si è ritrovata con 3 valide meno dell’avversaria (7 contro 10). E non sono stati nemmeno gli errori (4 degli ospiti e nessuno per i padroni di casa) a fare più di tanto la differenza. Alla Fortitudo sono bastate una volata di Grimaudo e un triplo di Ferrini per portarsi sul 4 a 0 al 2° (grazie a un errore, 2 colpiti e una base ball concesse da Fabiani. Quindi il fuoricampo da 2 punti di Vaglio e un altro triplo, questa volta di Fuzzi (su Riccardo Bassi) per arrivare dopo soli tre inning sul 9 a 0 e chiudere di fatto il conto.
Dopo aver tolto il suo zero dal tabellone al 4° contro Pizziconi, l’Autovia ha concentrato quattro delle sue battute (e i doppi in successione di Ambrosino e Molina) nella ripresa successiva con l’ingresso sul monte di Crepaldi, arrivando al 9 a 4, ma fermandosi di fronte ai lanci di Scotti (un punto subito al 7° su doppio di Infante, che ha festeggiato le 500 nel massimo campionato) prima e di Bassani (5 strikeout su sette uomini affrontati) poi.
L’Unipolsai così ha potuto arrotondare, dopo essere andata sul 10 a 4 al 5°, fino al 12 a 4 al 6°, in entrambi i casi senza valide, fra colpiti, basi ball, di Bassi e Andretta, e comunque due errori avversari. E’ finita 12 a 5, con la capolista sempre imbattuta e che ha allungato a quattro lunghezze il suo vantaggio sul Parma che riposava e l’Autovia più ultima di prima, visto la vittoria del Godo sul San Marino in gara-due.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 660 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.