Il City si rinforza con i nettunesi e un nuovo sponsor

Giuseppe Mazzanti e Yuri Morellini tolti dal mercato. Rientra Milvio Andreozzi. Gruppo Sipro nuovo nome sulle casacche

Lauro Bassani - PhotoBass
Yuri Morellini
© Lauro Bassani - PhotoBass

Il mercato degli italiani passa dalle conferme per il Nettuno Baseball City. Sono tre nomi importanti quelli che la società nettunese ha blindato in questi giorni. Tolto dal mercato il miglior battitore italiano, il secondo in assoluto della regular season 2018, della scorsa stagione e colonna portante del roster del Bologna campione italiano: Giuseppe Mazzanti. “Siamo orgogliosi – fanno sapere dal Nettuno Baseball City – che Mazzanti abbia deciso di sposare il nostro ambizioso progetto, scegliendo di tornare a Nettuno invece di accettare la corte della squadra più forte dell’ultimo decennio in Italia che avrebbe voluto fortemente averlo per un’altra stagione in prestito dopo che Mazzanti è stato uno dei punti di forza del roster scudettato 2018”. Altra conferma importante è quella di Yuri Morellini, tra i migliori lanciatori italiani in circolazione. Lo scorso anno Morellini ha brillato con la maglia del Rimini e in questo 2019 il City ha deciso di tenerselo stretto e non girarlo in prestito. Altro rinforzo nettunese sul

Lauro Bassani - PhotoBass
Giuseppe Mazzanti (Lauro Bassani – PhotoBass)

monte, poi, è quello di Milvio Andreozzi. Dopo un anno di stop il lanciatore è pronto a tornare in campo più determinato che mai. “E’ un momento importante per la città – Le prime parole di Milvio Andreozzi dopo aver sposato la causa del City – e per il baseball italiano perché credo che si stia riaffacciando la grande protagonista di questo sport in Italia che è la città di Nettuno. Abbiamo passato anni con la testa sotto la sabbia subendo tante cose, sia come città che a livello individuale. L’anno scorso è stato un anno particolare per me, il più brutto da quando gioco dove mi sono allontanato dal campo, ma penso che nella vita la cosa più importante è rialzarsi e non guardare indietro, ma guardare avanti. Mi è stata chiesta la disponibilità a mettere la faccia in questo progetto e non mi sono tirato indietro. In questo momento c’è bisogno di tutti. Chi vuole dedicare qualcosa a questa città e a questa squadra deve farsi avanti perché questo è il momento giusto. Io metterò tutto me stesso a servizio di questa causa e invito tutte tutti i giocatori di Nettuno, i miei compagni, a intraprendere questo percorso. La strada è tracciata e l’obiettivo è quello che tutti noi abbiamo da quando abbiamo iniziato a giocare”.

In mezzo a tante belle notizie, con annunci di mercato che fanno pensare ad una annata di vertice, il Nettuno Baseball City tribola ancora per la questione campo. Il comune di Nettuno ha fatto un avviso pubblico lo scorso 11 gennaio dopo le manifestazioni di interesse per la gestione del Borghese di Nettuno Baseball City e Nettuno 1945, che quest’anno al suo primo anno di attività agonistica, giocherà in serie C. Finalmente, almeno, c’è stato un incontro tra le parti interessate, ma dopo un mese ancora il comune non ha preso una decisione ufficiale, nonostante lo scorso anno l’amministrazione Cinque Stelle avesse dato un chiaro indirizzo politico sulla questione pubblicando un avviso pubblico a cui “Solo ed esclusivamente le società e Asd della città titolate a partecipare alla massima serie”. Una impasse che ha costretto il Nettuno Baseball City a emigrare ad Anzio per poter iniziare la preparazione atletica in vista dell’inizio del campionato.

Intanto buone notizie arrivano anche sotto il profilo finanziario con il Nettuno Baseball City che ha annunciato di aver chiuso l’accordo con un nuovo main sponsor. Si tratta del Gruppo Sipro, leader nel settore della sicurezza professionale. La società è stata rilevata dal presidente del Nettuno Baseball City Salvatore Masala e sosterrà la squadra in questa ambiziosa annata 2019.

Avatar
Informazioni su Davide Bartolotta 213 Articoli
Nato ad Anzio (Roma) il 9 aprile 1988, ha sempre vissuto nella vicina Nettuno. A 6 anni ha cominciato a giocare a calcio, ma essendo della “città del baseball” non poteva che appassionarsi a questo sport. E' iscritto all'ordine dei giornalisti nell'albo dei pubblicisti. Da spettatore ha seguito il baseball fino al giugno del 2008, quando ha iniziato una collaborazione con “Il Granchio”, settimanale d’informazione di Anzio e Nettuno, di cui è diventato dal 2010 redattore e redattore web, che gli ha permesso di vivere questo sport da un altro punto di vista. Nel primo anno di attività giornalistica ha avuto modo di seguire diversi eventi internazionali tra cui le Final Four dell’European Cup a Barcellona (settembre), oltre che a coprire regolarmente la serie A2 ed in particolare le gare del Nettuno2. La sua più grande aspirazione è quella di contribuire, anche se in una minima parte, a far crescere in Italia la considerazione per questo sport, e magari un giorno poterlo raccontare collaborando con testate nazionali. Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università "La Sapienza" di Roma. Nelle stagioni 2011 e 2012 ha svolto il ruolo di addetto stampa per la Danesi Nettuno Bc. E' giornalista presso il gruppo editoriale DComunication dove ricopre il ruolo di redattore web per il quotidiano online di Anzio e Nettuno www.ilclandestinogiornale.it e cura la parte giornalistica dell'emittente televisiva regionale (Lazio) YoungTv dove cura una rubrica sportiva. Dall'agosto 2015 collabora con l'Agenzia di Stampa InfoPress realizzando servizi e contributi per Il Corriere dello Sport seguendo lo sport locale e le squadre in trasferta all'Olimpico di Roma per le partite del campionato di serie A di calcio. Gli piace la musica rock e adora guardare film... è arrivato ad un picco massimo di cinque in una giornata.

Commenta per primo

Lascia un commento