Lutto nel baseball nettunese: si è spento Benedetto Faraone

Nel baseball sin dagli albori, fu allenatore per un breve periodo anche della prima squadra

Lutto nel mondo del baseball nettunese. Si è spento stamattina alle 6,30, all’età di 91 anni, Benedetto Faraone, il primo dei cinque fratelli che hanno rappresentato una sorta di “dinastia” nel movimento italiano.

Benedetto è stato nel baseball da sempre, sin dagli albori degli anni 50 quando allenò l’allora Libertas Nettuno, formazione che aveva in squadra molti degli elementi che anni dopo confluirono nel Nettuno Baseball Club. Squadra che vinse poi praticamente tutto negli anni a seguire.

La sua attività di allenatore proseguì negli anni successivi, anche a Nettuno in serie A, nel settore giovanile ed a Roma, sino alla fine degli anni ’70. Negli anni ’50 all’attività di allenatore affiancò anche quella di giornalista, come corrispondente per il baseball per il Corriere dello Sport.

Le esequie si terranno domani pomeriggio (domenica 14 ottobre) alle 16 presso la Chiesa del Sacro Cuore, a Nettuno.

Mauro Cugola
Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento