Ai Rockies e Yankees le “Wild Card” e ora scattano le Division Serie

Colorado e New York conquistano il primo turno di play-off e sono attesi rispettivamente da Brewers (stanotte al Miller Park) e Red Sox (domani al Fenway). Intanto, tra poche ore, iniziano le National League Division Series

Rockies e Yankees superano rispettivamente Cubs ed Athletics ed approdano alle Division Series. A Chicago, l'inedita sfida (in post-season) tra "North Siders" e Rockies, davanti ad oltre 40mila spettatori, è durata quasi 5 ore per un totale di 13 inning. L'equilibrio era stato rotto in apertura di gara, quando una volata di sacrificio di Nolan Arenado, su lancio del partente Lester, aveva portato a casa Blackmore. All'ottavo inning il doppio di Baez su lancio del rilievo Ottavino, spinge Gore verso il punto del pareggio. Dopo tante occasioni sprecate, nella parte alta della 13esima ripresa Tony Wolters batte il singolo che porta a casa Story su lancio di Hendricks per il definitivo 1-2. I Cubs nella parte bassa lasciano per l'ennesima volta corridori in posizione punto e per Chicago la stagione si chiude qui.
Partita a senso unico invece a New York, terminata 7-2 per gli Yankees. Il partente degli A's, Liam Hendricks, inizia molto male regalando prima la base per ball a McCutchen e poi il fuoricampo ad Aaron Judge. Sotto di 2-0 senza un out all'attivo, il 29enne di Oakland è riuscito comunque a chiudere l'inning senza altri danni prima di essere rilevato già alla seconda ripresa da Lou Trivino. Al sesto un doppio di Aaron Hicks, un triplo di Luke Voit ed una volata di sacrificio di Didi Gregorius portano lo score sul 6-0, mentre i primi punti degli A's arrivano l'ottava ripresa con il fuoricampo di Khris Davis su lancio di Britton che porta a casa anche Lowrie. Nella parte bassa dello stesso inning Giancarlo Stanton sbatte fuori la pallina per la prima volta in una gara di post-season per il definitivo 7-2.
Archiviati i wild card games adesso l'attenzione è tutta per le Division Series in programma a partire da oggi. Dopo uno sciopero dei giocatori tra giugno e luglio 1981, la MLB decise di riprendere il campionato dividendo completamente la prima parte dalla seconda con due classifiche differenti. All'epoca si giocava con due soli gironi per lega, la East e la West Division, e le vincenti di un girone affrontava la vincente dell'altro nelle Championship Series. Avendo diviso il campionato, si ebbero due vincitrici di East Division ed altrettante di West Division che si decise quindi di far affrontare in una serie da 5 partite denominata appunto Division Series. In quell'occasione di fronte per la American League gli Oakland Athletics contro i Kansas City Royals (West Division) e i New York Yankees contro i Milwaukee Brewers (East Division), mentre per la National League si affrontarono gli Houston Astros contro i Los Angeles Dodgers (West Division) e i Philadelphia Phillies contro i Montreal Expos (East Division). Da allora le Division Series vennero accantonate per poi essere rispolverate molto dopo, grazie alla riforma del campionato che nel 1994 portò le franchigie di MLB da 24 a 30. Quell'anno però a causa di un altro sciopero dei giocatori il campionato venne interrotto per non essere più ripreso e per questo le prime Division Series dopo quelle del 1981 vennero disputate nel 1995. In National League sono gli Atlanta Braves a vantare il maggior numero di partecipazioni (ultima vittoria nel 2001). Dietro di loro i Los Angeles Dodgers raggiungono i St. Louis Cardinals a quota 13, con i californiani che nei 12 precedenti non vanno oltre il 6-6 (ultima vittoria nel 2017), mentre la franchigia del Missouri ne ha vinte 10 con 3 sole sconfitte (ultima vittoria nel 2014, ultima apparizione nel 2015). Ad aprire le danze le sfide di National League saranno Brewers e Rockies a Milwaukee, cui seguirà a distanza di poche ore quella tra Dodgers e Braves in quel di Los Angeles.

Milwaukee Brewers (95-68) – Colorado Rockies (91-71)
I "Crew" arrivano a questa sfida con il miglior record della NL, non sufficiente per evitare lo spareggio con i Cubs, vinto al Wrigley Field per 3-1. Anche i "Rox" arrivano a questa sfida dopo essere passati per lo spareggio contro i Dodgers, perso 2-5 a Los Angeles, prima di giocare la wild card game proprio contro i Cubs. Per i padroni di casa si tratta della terza apparizione in questa competizione. Nei due precedenti una sconfitta per 3-1 nel 2008 contro i Philadelphia Phillies e una vittoria per 3-2 contro gli Arizona Diamondbacks nel 2011. Curioso notare che in etrambi i casi le squadre che nelle post-season hanno battuto i Brewers hanno poi vinto le World Series. Toccò ai Phillies nel 2008 e ai Cardinals che vinsero le Championship Series contro Milwaukee nel 2011. Regola rispettata anche nella terza apparizione dei Brewers alle post-season, datata 1982. Milwaukee venne ammessa direttamente alle American League Championship Series (le Division Series non erano previste) e persero le World Series contro i Cardinals. Per Colorado i precedenti alle NLDS sono tre: contro i Braves persero all'esordio in questa competizione nel 1995 per 3-1. Contro i Philadelphia Phillies gli altri due precedenti: vittoria per 3-0 nel 2007 e sconfitta per 3-1 nel 2009. Si tratta dunque di una sfida inedita per le NLDS tra queste due franchigie. I "Crew" non hanno ancora ufficializzato il lanciatore partente, mentre i "Rox" hanno annunciato Antonio Senzatela, 23enne venezuelano alla sua prima esperienza nelle post-season, che in questa stagione non ha mai giocato contro i Brewers.

Los Angeles Dodgers (91-71) – Atlanta Braves (90-72)
Ad affrontarsi le due franchigie con il maggior numero di presenze in questa competizione: 14 per i Braves, 13 per i Dodogers (assieme ai Cardinals). Nonostante ciò le due squadre nelle NLDS si sono scontrate solo due volte prima di quest'anno e il risultato è in perfetta parità. Vittoria con "sweep" per i Braves guidati da Bobby Cox nel 1996 (3-0), vendetta consumata dai Dodgers di Don Mattingly nel 2013, anno dell'ulitmo play-off di Atlanta prima del 2018, che chiuse la serie sul 3-1. Entrambe le franchigie hanno vinto le NLDS per 6 volte. Atlanta ha complessivamente 27 successi e 23 sconfitte (.540 in record in NLDS), mentre Los Angeles ha un record di 22-23 (.489). In stagione regolare le due squadre si sono affrontate sette volte ed il confronto è nettamente appannaggio dei Dodgers (5-2) dal 6 all'8 giugno in California dove hanno avuto la meglio i padroni di casa per 2-1, mentre dal 26 al 29 luglio in Georgia gli ospiti hanno dominato la serie 3-1. I Dodgers, che lo scorso anno arrivarono ad un passo dalla vittoria del titolo (battuti 4-3 nelle World Series contro gli Astros) partiranno con Hyun-Jin Ryu (1-0, 2.81 media PGL, 9 strike-out in 16.0 inning lanciati in gare di post-season), mentre i Braves, autentica sorpresa di questa stagione, contrapporrano sul monte Mike Foltynewicz, alla sua prima esperienza nei play-off. Il 26enne partente di Atlanta ha affrontato i Dodgers in stagione regolare lo scorso 27 luglio, in casa, uscendo sconfitto (6 valide di cui 2 fuoricampo, 3 basi per ball che hanno fruttato 4 punti agli avversari, 8 strike-out ottenuti in 5 inning lanciati). Nessun precedente in questa stagione invece per Ryu contro Atlanta.

 

Andrea Tolla
Informazioni su Andrea Tolla 480 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento