Pirati, l'anno del dopo-Zangheri

E' arrivato Simone Pillisio al timone dei campioni d'Italia che hanno un roster in grado di primeggiare in Italia e in Europa

Diciamolo chiaramente: fa un certo effetto non vedere il nome di Rino Zangheri lassù in testa all'organigramma del Rimini Baseball. Il "pres" dei 45 anni e dei 13 scudetti accanto alla parola presidente ha quella qualifica di "onorario" che gli certifica un ruolo di prim'ordine, ma giocoforza non più ai vertici di una società che ha portato nell'olimpo italiano ed europeo.
Zangheri sarà spesso sulla sua sedia allo Stadio dei Pirati accanto agli spogliatoi e vicino a lui ci sarà Simone Pillisio che ha ricevuto il prezioso testimone e in qualche mese è entrato a 360 gradi nella realtà riminese. Ha ristrutturato la società, ha modernizzato il ristorante dello stadio, ha stretto rapporti con il territorio e logicamente, cosa che più interessa ai tifosi, ha costruito una squadra che sulla carta ha tutte le carte in regola per confermarsi in Italia (i Pirati non vincono due scudetti di fila dal '99-2000) e tornare a primeggiare in Europa, trofeo che la squadra riminese non alza dal 1989. Da quando giocavano Romano, Carelli, Gambuti, Cabalisti e naturalmente Paolo Ceccaroli, confermatissimo al timone dopo lo scudetto conquistato otto mesi fa, a sorpresa per quanto prodotto dai Pirati in regular season, ma assolutamente meritato per quello mostrato nei play-off.
Proprio per non ritrovarsi in apnea nella prima fase come accaduto nel 2017, Pillisio e il suo staff hanno "ribaltato" il monte di lancio. Via Rosario e il terzetto di "italiani" (Richetti, Escalona e Teran) che doveva fare la differenza l'anno scorso ma l'ha fatta solo a tratti e solo con il closer. Dentro due nuovi partenti, Logan Duran dotato di palla particolarmente veloce e Ruiz, con Kelly, Hernandez (l'unico pitcher confermato), l'utility Bassani e i closer Morellini e il rientrante Marquez a formare un bull-pen di sicuro affidamento. La scommessa è dietro al piatto con il giovane caraibico Llewellyn che dovrà ambientarsi in fretta al "beis" italiano, l'alternativa è Cit rientrato alla base dopo l'avventura a San Marino. Un altro cavallo di ritorno è Alex Romero, il giocatore straniero più apprezzato dal pubblico dei Pirati negli ultimi anni.
Se la forma fisica lo sorreggerà sarà la ciliegina sulla torta in un line-up che non sembra avere punti deboli, nobilitato dalla presenza di Angulo, mazza di media e potenza e una garanzia nel ruolo di interbase, voluto espressamente da Pillisio dopo l'annata a Novara. Come Batista del resto, che Ceccaroli potrà utilizzare in terza (in ballottaggio con Di Fabio), in seconda (dove giostrano Zappone e Noguera) e all'esterno dove comunque il terzetto Romero-Celli-Garbella sembra di sicuro affidamento.
Come ha detto Paolo Ceccaroli in sede di presentazione del play-ball con Nettuno City "siamo i campioni d'Italia in carica, tutti ci aspettano al varco come è giusto che sia, ma abbiamo tutte le carte in regola per confermarci".

IL MERCATO 2018

LE PROBABILI FORMAZIONI

 

Informazioni su Carlo Ravegnani 230 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.